GiambellinoLorenteggioMilanoMilano città metropolitanaWashington

Furto su autobus, ma sotto osservazione

Mentre effettuavano dei pattugliamenti pensati per evitare i furti in genere nel centro città in occasione della settimana della moda, giovedì 23 settembre i poliziotti hanno arrestatu 2 algerini, M.M. di 56 anni e A.B. di 57, pluripregiudicati per furto e sottoposti all’obbligo di firma, dopo una ulteriore condanna sempre per furto

Pubblicità

Gli agenti della 6° Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile di Milano li hanno incrociati nel primo pomeriggio dalle parti di Piazza Piemonte e, dopo averli riconosciuti, hanno deciso di pedinarli. Entrambi, infatti, erano già  stati arrestati ad aprile per un furto con destrezza in concorso perpetrato a bordo di un mezzo pubblico.

Pubblicità

Furto su autobus, sotto gli occhi della polizia

I due stranieri sono giunti nei pressi della fermata dell’autobus 61 e sono saliti e scesi diverse volte dagli autobus con cui percorrevano alcuni tratti. Erano all’evidente ricerca di una vittima o della situazione a loro più favorevole. Gli agenti li hanno costantemente pedinati. Alle17.30 circa i due sono saliti sull’ennesimo autobus in Piazza Napoli e si sono avvicinati ad un ragazzo filippino.

Pubblicità

Uno ha cominciato a tastare le tasche del giubbino della vittima mentre il complice copriva i movimenti del connazionale con il proprio corpo. Dopo un cenno di intesa, hanno tentato di scendere velocemente dal mezzo. Uno è riuscito a guadagnare l’uscita mentre l’altro è stato immediatamente bloccato dal poliziotto a bordo del bus che, appena accortosi del furto, lo ha comunicato agli agenti che seguivano l’autobus a bordo di un’autovettura di servizio.

Immediatamente intervenuti, hanno fermato lo straniero che stava cercando di scappare con il cellulare appena rubato al ragazzo filippino che non si era accorto di quanto gli era accaduto.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.