MilanoCascina GobbaMilano città metropolitanaVilla San Giovanni

Via Narni. Serata intensa fra appartamenti occupati e chili di marijuana

Milano, via Narni. Ieri sera a Milano la Polizia di Stato ha arrestato un 26enne egiziano , una 21enne palestinese e un 19enne romeno per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Detta così sembrano arresti di routine, invece la concatenazione dei fatti lo ha reso piuttosto ricco di particolari.

Pubblicità

Gli agenti del commissariato di Villa San Giovanni in via Narni Scala B

Da una parte ci sono le indagini degli agenti del Commissariato Villa San Giovanni, che ieri sera erano impegnati in una serie di azioni di contrasto al traffico di droga nella zona a nord di Milano. I poliziotti sono riusciti a individuare un appartamento in via Narni, a Milano, segnalata come luogo di spaccio. Si sono quindi appostati e hanno iniziato ad osservare l’andirivieni tra le scale delle palazzine.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Quando, intorno alle 20, hanno visto i tre entrare nella scala B di una palazzina di via Narni e poi nell’appartamento, è partito l’intervento dei poliziotti, insieme ai cani dell’unità cinofila dell’ Ufficio Prevenzione Generale e anche degli agenti del commissariato di viale Monza. Sono entrati nell’abitazione e hanno trovato una busta con 42 grammi di Marijuana.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Gli ispettori Aler nella scala B

Nello stesso momento i cui avveniva la perquisizione e l’arresto, nella scala A della stessa palazzina alcuni ispettori Aler stavano compiendo uno sgombero a seguito della segnalazione di un alloggio occupato abusivamente e hanno chiamato in supporto le volanti del commissariato di viale Monza. Quindi i poliziotti si sono ritrovati nell’appartamento della Scala A, adiacente a quello occupato abusivamente di cui si stavano occupando gli ispettori Aler, che si è scoperto in uso alla giovane palestinese, che attende un bambino, e all’egiziano.

I due avevano occupato infatti un appartamento di proprietà di cittadini privati. Dopo aver denunciato (in stato di libertà) i 2 per invasione di edifici, i poliziotti hanno voluto dare un’occhiata e hanno perquisito l’appartamento della scala A. Nello zaino della ragazza c’era un bilancino di precisione. Nell’appartamento adiacente, quello di cui si stavano invece occupando gli ispettori Aler, in un comò della camera da letto sono stati trovati 30 grammi di hashish.

Pubblicità

Ma non è finita… mancavano le cantine

Mentre tornavano verso la scala B della palazzina di via Narni, i poliziotti sono stati raggiunti da una forte zaffata di odore di marijuana. Pareva provenire dalle cantine della palazzina. Individuato la cantina giusta, i poliziotti ci hanno trovato uno scatolone per seggioloni da bambini contenente 3 kg di marijuana divisa in 3 buste e simile a quella già sequestrata.
La donna palestinese, l’egiziano e il romeno, che sono regolari sul territorio ma senza lavoro e sono noti alla polizia, a quel punto, sono stati arrestati.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.