Uncategorized

Cimiteri a rischio..furti di Halloween

Cimiteri a rischio in questi giorni di commemorazione dei defunti e non certo per l’affluenza (seppur massiccia) o per l’inosservanza di regole per il contenimento del Covid ma..per i “ladri sulle tombe”.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Un fenomeno questo che si è acutizzato in tutto il Magentino proprio in concomitanza all’ottava dei morti, quando le tembe si arricchiscono. Non un caso e non un rito strano, ben inteso, ma anche un “business” che fa risparmiare o guadagnare qualche spicciolo ai ladri. Già perché in questi giorni di festa non si posano solo crisantemi sulla tomba del caro estinto ma ciotole o oggetti di relativo valore che posono diventare supellettili da casa o rivendibili, magari al mercatino di seconda mano.

Pubblicità

Ignobile? Di pessimo gusto? Sicuramente ma comunque un “business” che viene presumibilmente alimentato da chi non è proprio giovanissimo. Da chi cioè frequenta abitualmente il cimitero e, magari con la scusa di rassettare la tomba del coniunto, porta fuori dal campo santo di tutto.

Pubblicità

la scala Rho b&b

A Corbetta

In tempi in cui il virus galoppa, i Sacramenti di Cresime e Comunioni vengono spalmati nelle settimane. Succede anche che una famiglia posi sulla tomba dei nonni una composizione di fiori della Cresima della nipote in stile bouquet: fiori in tinta pastello, che nulla hanno a che fare dunque con crisantemi o similari ma comunque e soprattutto appetibili anche per una casa privata. Accanto una statuina che simboleggia una ragazzina che riceve il Sacramento. Spariti sia l’uno che l’altro e con loro il significato affettivo che era quello del simbolo della condivisione di un momento speciale e irripetibile della vita con chi non c’è potuto stare fisicamente.

E poi ancora, sono sparite piccole composizioni di fiori finti con strelitzie e anthurium che stanno bene anche nelle case

Pubblicità

A Vittuone

Qui i profanatori si sono davvero sbizzarriti. Sono sparite dalla tomba di una signora delle stuette-soprammobile di Thun (marca pregiata e con firma intenazionale), e poi ancora una rosa di cristallo posata sulla tomba di un padre, un lumicino fatto a goccia e persino una statuina a forma di gnomo

Perversione o business?

Anni fa venivano rubati fiori singoli qua e là per poi metterli sulla tomba del proprio caro e risparmiare il denaro della composizione..storie di poveri poveretti (forse). Oggi le cose sono cambiate. Si scelgono supellettili o composizioni non prettamente funebri e spesso le persone derubate le hanno riconosciute (in base a un detteglio/difetto) sui banche dei mercatini di seconda mano. Ecco il macabro business.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Cristina Garavaglia

Giornalista

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.