Vanzaghello, la Guardia nazionale firma la convenzione per l’utilizzo della stazione Trenord e per i servizi di polizia locale

guardia nazionale vanzaghello 1

Vanzaghello. Ieri è stata firmata la convenzione fra la Guardia Nazionale e l’amministrazione comunale di Vanzaghello, nel milanese, per la gestione dei servizi di polizia locale e di sicurezza. La Guardia Nazionale avrà la sede operativa nei locali di Trenord concessi al Comune

I momenti della firma della Convenzione

Il sindaco Arconte Gatti, il comandante della polizia locale Maurilio Zocchi, e il presidente nazionale della onlus Guardia Nazionale hanno firmato ieri alle 14.30 la Convenzione che permetterà alle Guardie di effettuare servizi di polizia locale e di sicurezza.

Firma della convenzione fra la Guardia Nazionale e l'amministrazione comunale di Vanzaghello per l'uso dei locali della stazione Trenord di Vanzaghello e i servizi di polizia locale

L’Amministrazione comunale di Vanzaghello, guidata dal sindaco Arconte Gatti, nella persona del comandante della polizia locale Maurilio Zocchi ha firmato la convenzione con l’associazione Guardia Nazionale per l’utilizzo dei locali della Stazione Trenord di Vanzaghello.

vanzaghello guardia nazionale

La convenzione prevede diversi progetti che la Guardia Nazionale realizzerà nel tempo. Ci saranno i servizi di sicurezza effettuati sotto il coordinamento del comando della polizia locale, il controllo e la chiusura parchi pubblici e delle aree comunali, ma soprattutto la vigilanza serale nelle aree sensibili e della stazione ferroviaria, dove la presenza degli uomini dalla divisa nera e azzurra sarà un punto di riferimento anche per i viaggiatori.

Culture digitali

I locali della Stazione di Trenord

L’Amministrazione comunale porta avanti il suo impegno per il controllo del territorio avvalendosi di enti e successivi come la Guardia Nazionale per le sue caratteristiche e abilitazioni. I locali concessi in uso al Comune da Trenord nella stazione ferroviaria saranno la sede operativa della stazione della Guardia Nazionale.

vanzaghello , in stazione Trenord con la Guardia Nazionale e il sindaco Arconte Gatti
Intervista al sindaco Arconte Gatti e alle Gurdia Nazionale

Per la Guardia nazionale è molto importante la formazione. Si inizierà infatti con il reclutamento e con l’ attivazione dei corsi base che hanno lo scopo di insegnare i comportamenti da tenere le occasioni di emergenza restando entro i limiti della legge.

Entrare a far parte della Guardia Nazionale è un’ esperienza che, oltre a essere utile al proprio Comune, dà grandi soddisfazioni personali ed è una grande palestra di educazione civica e di vita, pensata sia per gli adulti sia per i giovani.

Il reclutamento dei volontari di Vanzaghello è un passo molto importante di questo tipo di esperienza, perchè porta i residenti a prendersi direttamente cura del paese, in un contesto di impegno civico regolamentato.

Ilaria Maria Preti 5175 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

3 Commenti

  1. Mi sembra più un germoglio di controllo pseudo legale della vita politica del paese. Le divise nere mi ricordano un brutto passato di camice nere,grigie. Mi piacerebbe conoscere chi è come si finanziano perché va bene che sono volontari ma le divise,scarponi, attività di difesa e forse di offesa, corsi qualcuno deve pagarli. Molto poco trasparenti?

  2. Caro anonimo, guarda che puoi scrivere il tuo nome. Hai per caso qualche timore nel farlo? Nessuno ti farà o dirà mai nulla perchè hai espresso la tua opinione. Sei in un paese democratico, oppure sei convinto che l’Italia non lo sia e quindi hai paura ad usare il tuo nome e cognome?
    Comunque ti rispondo volentieri.
    La legge regionale 5/2015 art 28 dice che i comuni possono avvalersi delle associazioni per i servizi di polizia locale a patto che queste non abbiano divise, simboli e livree delle auto che portino a confonderle quelle della polizia locale. Dato che la Guardia nazionale è ipergarantista è andata oltre. Le divise che usa (sono piú di una) non assomigliano a nessuna di quelle delle forze dell’ordine italiane. È impossibile confonderle con quelle di carabinieri, polizia locale o polizia di stato. È impossibile confonderle anche con quelle italiane del passato. Colori e fogge sono completamente diverse e chi ha un po’ di dimestichezza con la storia e con le divise capisce immediatamente da dove arrivano i fregi scelti (e da anni depositati nelle prefetture insieme alle livree). In genere, chi ha la mente un cicin aperta trova che la scelta sia stata geniale e ammirevole, oltre che ovviamente poco costosa. La divisa nera e marrone cui ti riferisci è quella che la Guardia nazionale usa in inverno per i servizi di polizia locale. In estate diventa nera e azzurra. Le donne hanno una bustina azzurro avio.

    La Guardia Nazionale si finanzia come tutte le Odv (organizzazioni del terzo settore ex Onlus). In Lombardia le OdV si finanziano tutte con al massimo dell’80% del bilancio con i rimborsi spese degli enti pubblici convenzionati e al 20% con autofinanziamento ( offerte detassabili, offerte in cambio di oggetti, e iniziative legate agli scopi statutari.)

    I comuni hanno bisogno dei servizi della Guardia Nazionale, e ce ne sono parecchi nelle 4 regioni in cui la Guardia nazionale è presente, e la richiedono per la grande opera di educazione civica e prevenzione che effettua. Vanzaghello è uno di questi comuni.

    Sulla formazione. I docenti volontari sono in organico della Guardia nazionale, che è anche associazione di protezione civile riconosciuta e parte della colonna mobile della Lombardia ( relativamente alla Guardia nazionale Lombardia), è specializzata nella sicurezza ( ci sono molte odv di pc specializzate anche in servizi specifici e che non sono gruppi comunali)
    I corsi di formazione che organizzano sono approvati e autorizzati dall’alta scuola di protezione civile della regione Lombardia e i volontari sono inseriti nel datavol della PC.
    I corsi interni di perfezionamento specifico sono tenuti da docenti che hanno già addestrato altri corpi e hanno tantissima esperienza. Sono tutti volontari della Guardia.
    Hanno docenti volontari abilitati anche per i corsi di difesa.
    Forse quando hai parlato di offesa vorresti intendere attacco?. No, sta tranquillo. Non aver paura. Non attaccano nessuno per primi. Nel programma dei volontari non ci sono corsi di attacco. Cè l’autodifesa per la sicurezza dei volontari e quella per la donna. Un matto o un cocainomane con un coltello puó sempre esserci e siccome le Guardie si occupano di prevenzione, pensano a tutti i possibili pericoli, anche a quelli che hanno poche probabilità di verificarsi. Inoltre le Guardie possono operare anche in base all’articolo 383 del codice di procedura penale e devono essere quindi preparate ad eseguire questo tipo di procedura nel modo giusto, senza eccedere, ma ottenendo il risultato. Quindi la formazione anche fisica è importantissima. Fare male e farsi male è facile quando operano degli inesperti. Con la Guardia Nazionale non accade.
    Poi c’è la legge dello stato. Quando le guardie sono in servizio di comuni convenzionati operano in qualità di incaricati di pubblico ufficio. Dal punto di vista legale chi interrompe la loro azione deve rispondere dell’accusa di interruzione di pubblico servizio, chi li insulta o fa resistenza o alza le mani deve rispondere di violenza, o ingiurie, e/o resistenza a pubblico ufficiale. Dal punto di vista penale, infatti, l’incaricato di pubblico servizio e il pubblico ufficiale sono equiparati, sia nei doveri sia nei diritti. La differenza è nelle funzioni.
    Cosa posso dirti d’altro per tranquillizzarti?
    Ah sì ecco. I corsi di autodifesa per la donna non sono dei corsi di arti marziali. La Guardia nazionale non trasformerà le donne di Vanzaghello in armi letali, se è questo che temi. Una donna che vuol fare arti marziali va in palestra. Il metodo della Guardia è insegnare la prevenzione, l’attenzione , la velocità, la strategia, alcune metodologie, la fuga e anche tutto ció che si puó mettere in campo per difendersi legalmente dai molestatori (di qualunque tipo) :D

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.