MagazineZampe di velluto

36 cuccioli di cane salvati dai carabinieri forestali

Lodi. Importavano in Nord Italia, clandestinamente, cuccioli di cane dall’Ungheria per poi venderli come se fossero nati in casa, in cucciolate italiane. I carabinieri Forestali indagano 9 italiani

Pubblicità

  • cuccioli di cane,carabinieri forestali. 36 cuccioli di cane salvati dai carabinieri forestali - 03/06/2020
  • Cuccioli di cane 1
  • Cuccioli di cane 3
  • Cuccioli di cane 1
  • Cuccioli di cane 4
  • Cuccioli di cane 6
  • Cuccioli di cane 17
  • cuccioli di cane 8
  • Cuccioli di cane barboncini

I Carabinieri Forestali di Lodi, insieme a Carabinieri Forestali di Milano hanno eseguito oggi l’ordine della Procura della Repubblica di Lodi, di 4 misure cautelari nei confronti di alcuni italiani che sono stati considerati appartenenti ad un’assocazione a delinquere che trafficava in cuccioli di cane senza autorizzazioni e senza profilassi sanitaria. I cagnolini provenivano dall’Ungheria e agli indagati sono stati contestati anche i reati di maltrattamento animali, frode in commercio, falso e ricettazione.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Per più di un anno, sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lodi, le forze dell’ordine hanno monitorato le numerose introduzioni clandestine di cuccioli di cane di razze pregiate.

Pubblicità

Cuccioli di cane di razza Bouledogue Francesi, Barboncini e Chihuahua

Cuccioli di cane 1

Le attività dedita al traffico illecito di cuccioli di razza pregiata dall’Est Europa era consolidata. I cagnolini non avevano né sistemi identificativi né certificazioni sanitarie e di trasporto né il chip obbligatorio. Li proponevano per la vendita attraverso dei noti siti web di annunci, facendoli passare per cuccioli nati in casa e con genitori visibili.

cuccioli di cane 8

In realtà arrivavano nella provincia di Lodi dopo un viaggio di più di 1000 chilometri rinchiusi nel bagagliaio delle automobili degli indagati. di macchine degli indagati. Lunghi viaggi che, per cuccioli così piccoli e indifesi, spesso li facevano ammalare o risultavano mortali. I cuccioli erano consegnati agli acquirenti in strada o nei centri commerciali e la possibilità di visita dei genitori era sempre negata con delle scuse.

Pubblicità

Cuccioli di cane barboncini

Mentre procedevano le indagini sono state accertate altre introduzioni illecite di cuccioli nel paese, e sono stati sequestrati 36 cuccioli che sono poi stati affidati ad associazioni di tutela animali, e poi a privati. 5 erano in condizioni di salute così gravi che sono morti quasi subito dopo il sequestro a causa delle malattie non curate.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.