VittuoneMilano città metropolitana

Gambiano compila l’autocertificazione covid con i dati di un connazionale. I carabinieri lo arrestano anche per spaccio

Vittuone. Lo scorso venerdì 17 aprile, i carabinieri hanno fermato un 36enne gambiano. Era senza documenti e ha fornito le generalità di un connazionale con regolare permesso di soggiorno nella compilazione dell’autocertificazione covid. Si trovava per strada nonostante il lockdown, cioè la chiusura per quarantena di un’area geografica. Non è però sfuggito al controllo approfondito della identità e, scoperta la bugia, i carabinieri lo hanno perquisito e hanno trovato la droga che stava spacciando.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il gambiano compila l’autocertificazione covid con i dati di un connazionale

Si tratta di S.L., nato in Gambia 36 anni fa, irregolare sul territorio italiano, disoccupato e pregiudicato. I militari della stazione dei carabinieri di Sedriano lo hanno fermato in strada e gli hanno chiesto la ragione della sua permanenza in strada. Era senza documenti. Gli hanno chiesto di compilare l’autocertificazione covid.

Pubblicità

S.L. la ha compilata con i dati di un suo connazionale in possesso del permesso di soggiorno. Il controllo è stato semplice. Il suo connazionale è stato rintracciato. I militari hanno arrestato S.L. per falsa attestazione a pubblico ufficiale sull’identità. E’ stato anche accusato per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio, perchè durante la perquisizione personale gli hanno trovato addosso 2,00 gr. di marjuana, gr. 2 di cocaina, suddivise in dosi, euro 320,00 in contanti e un coltello a serramanico.

Pubblicità

Condannato all’obbligo di firma (con il suo nome). Lo ritroveremo presto sulle nostre strade per la prossima puntata

S.L. inizialmente è stato trattenuto nelle camere di sicurezza dei carabinieri, poi è stato processato e giudicato con il rito direttissimo. Il giudice lo ha condannato e sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione e firma alla polizia giudiziaria. Almeno ora, quando compila l’autocertificazione covid, può indicare un motivo valido per stare per strada durate il lockdown.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.