Milano

ll chilometro ecologista

Milano, stazione metropolitana Molino Dorino. Due biciclette distrutte e altre rubate questa mattina prima delle 8.30. Solo questa sera, al ritorno dal lavoro dei proprietari, si saprà quante biciclette sono state portate via dalla rastrelliera della stazione della Mm 1 di Molino Dorino questa mattina. Sarà tardi anche per aver qualche speranza di ritrovarle.

Pubblicità

Questo è lo spettacolo che si presenta a chi arriva in autobus alla stazione della metropolita. Il pensiero va naturalmente alla tanta pubblicitá fatta alla mobilità dolce ed ecologica che combina l’uso delle biciclette, e ora anche dei monopattini, con l ‘uso dei carissimi mezzi pubblici milanesi. Si colpevolizza chi utilizza l’automobile per raggiungere le stazioni della metropolitana, però nel contempo chi crede alle promesse si ritrova questi danni e a dover tornare a casa dal lavoro a piedi.

Pubblicità

Non è una cosa da poco. L’amministrazione comunale che propone la mobilità dolce ed ecologica è la stessa che non è in grado di dare risposte certe alla sicurezza delle periferie di Milano. Sembra quasi sia condideraro normale che le periferie siano degradate e i cittadini della provincia e della periferia debbano subire questi atti.

Pubblicità

Periferie abbandonate alla microcriminalità

Individuare i colpevoli di questi furti e danneggiamenti non è difficile. Sono conosciuti da tutte le forze dell’ordine e da tutti gli operarori della sicurezza che lavorano a Milano. Però chiedere il loro allontanamento e il ripristino della legalità in periferia è considerato razzista dallo stesso gruppo di amministratori che dedicano tanta cura il ricco centro di Milano ma abbandonano completamente le periferie alla delinquenza e alla microcriminalità.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.