Arluno

I Ros hanno arrestato Francesco Riitano ai Giardini Naxos

Arluno. Francesco Riitano, l’unico latitante ancora libero dopo l’operazione Area 51, con cui i carabinieri smantellarono un fortino della ‘ndrangheta,in via Martiri della Libertà 51, è stato arrestato ieri sera dai carabinieri dei RoS ai Giardini Naxos di Taormina.

Pubblicità

Riitano si trovava in Sicilia insieme alla famiglia. Aveva affittato un appartamento in un residence con un nonme spudoratamente falso, Cicciariello Andreacchio. I carabinieri dei comandi provinciali di Catanzaro e di Messina insieme ai Ros di Brescia, coordinati dai magistrati della direzione Antimafia, lo hanno trovato dopo più di due anni di latitanza.

Pubblicità

L’irruzione dei Ros è avvenuta durante la cena nel residence in cui era ospite. Riitano ha tentato la fuga scappando dalla finestra ma è finito direttamente nelle braccia dei carabinieri che lo aspettavano di sotto e che avevano circondato la zona. Ora le indagini continueranno per scoprire le connivenze e i metodi con cui è stata coperta la sua latitanza.

Pubblicità

Riitano è ritenuto un elemento di spicco della Cosca Gallace di Guardavalle. Il provvedimento per la sua cattura era stato emesso il 2 maggio 2017 dal Tribunale Ordinario di Milano, a firma del Gip, per “avere promosso, organizzato, costituito, finanziato, diretto e partecipato ad associazione con base logistica ad Arluno (MI), appartenente alla cosca ‘ndranghetista dei Gallace finalizzata all’importazione sul territorio nazionale e al traffico di ingenti quantitativi di cocaina approvvigionata dal Sud-America”.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.