Prima PaginaLorenteggioMilanoMilano città metropolitana

3 nord africani sfuggono a posto di blocco e feriscono agente

Due agenti della polizia di stato hanno rischiato di rimanere seriamente feriti durante l’ inseguimento di una Opel Astra che non si era fermata all’alt della polizia ad un posto di controllo in via Lorenteggio.

Pubblicità

E’ successo nel primo pomeriggio di martedì 25 settembre, tra le 15.05 e le 15,30. Quando l’auto con a bordo tre nord africani non si è fermata alla richiesta degli agenti, questi sono partiti all’inseguimento. I tre hanno proseguito ad altissima velocità sulla nuova vigevanese fino ad arrivare a Cesano Boscone. Qui hanno imboccato una via chiusa, probabilmente la via Gramsci, che finisce nei campi. Nel carambolare e tentare di sfuggire alla cattura hanno speronato l’auto della polizia. Poi hanno abbandonato l’auto e sono fuggiti a piedi attraverso i campi.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Probabilmente l’idea era di raggiungere e trovare rifugio nel campo rom che si trova, in linea d’aria, alle spalle di quei prati, fra Cesano Boscone e Muggiò. I due agenti si sono concentrati nel tentativo di bloccare almeno uno dei fuggitivi, il più lento. Uno dei due agenti lo ha raggiunto e bloccato, quando gli altri due nordafricani sono tornati indietro e hanno aggredito il poliziotto. A quel punto, vedendo il collega in difficoltà, l’altro agente che stava sopraggiungendo ha sparato 5 colpi di pistola in aria. I tre sono quindi fuggiti.  L’agente aggredito è stato soccorso. Ha riportato diversi graffi e botte ma sta bene.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.