Prima PaginaEventi

Corbetta. Imbarazzante flop per la Passeggiata tra le ville storiche

Corbetta –  La manifestazione Ville Aperte si è tenuta ieri. I partecipanti, pagando 6 euro a testa, avrebbero dovuto poter visitare 20 monumenti fra le bellissime ville di Corbetta, il Museo Pisani Dossi, il battistero. Invece…

Annunci

la scala Rho b&b

La chiesa del Miracolo di Corbetta con il battistero della chiesa antica Invece, nonostante i partecipanti fossero molti e il biglietto pagato alla proloco promettesse le entrate e le visite, era tutto chiuso.  Sui 20 monumenti le cui gestioni avevano aderito alla manifestazione 10 erano chiusi, oppure visitabili solo all’esterno. I partecipanti alla manifestazioni, che sono stati tanti davvero tanti, non hanno potuto visitare quasi nulla. Il battistero antico era chiuso, al Museo Pisani Dossi hanno risposto che non facevano entare nessuno altrimenti le opere si rovinavano, in una villa hanno risposto che non potevano accettare visitatori perchè avevano in corso un matrimonio.

Annunci

Insomma, la gente arrabbiatissima è tornata a chiedere conto della situazione alla proloco di Corbetta, che sentiremo nel pomeriggio. Di fatto però per la passeggiata tra le Ville storiche di Corbetta si può parlare si flop nonostante i partecipanti siamo stati davvero tanti. Partecipanti e delusi perchè la passeggiata istruttiva si è trasformata in un mero pellegrinaggio fra una cancellata e l’altra.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.