Eventitempo libero

Eicma. Guida ubriaco sotto gli occhi della polizia

Guida ubriaco all’ Eicma, allo stand della polizia di stato, utilizzando il simulatore apposito e sicuramente ti passerà la voglia di farlo davvero. Non solo per la paura di essere sorpreso, ma perchè si comprende a fondo, da sobri, quello che può succedere.

Pubblicità

Il simulatore di guida da ubriachi si trova allo stand della polizia di Stato di Eicma, la fiera internazionale della Motoclicetta che ha creato molte aspettative a Milano. Dopo l’evento a Lambrate per i collezionisti, e le vetrine della Rinascente allestiste con scintillanti lambrette bianche, si parla anche di sicurezza. Nello stand si trovano una moto BMW RT 1200 e un simulatore di guida per moto con un tappeto dotato di un paio di occhiali che, una volta indossati, simulano la visione da ubriachi. La Sfida è guidare la moto indossandoli.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Un metodo che colpisce lo stomaco

Non è difficile immaginare che nei pressi del simulatore dovranno esserci anche delle grandi buste igieniche di cartone, a disposizione di chi riuscirà ad avviare il simulatore. Probabilmente è il migliore metodo per convincere che non è il caso di guidare dopo aver bevuto. A spiegare cosa succede a chi guida da ubriaco, mostrando anche delle immagini live molto chiare, saranno gli agenti della polizia stradale. Una strategia strong, che colpisce letteralmente allo stomaco, ma che è giustificata dal numero di incidenti stradali che hanno coinvolto moto e motociclettenell’ultimo anno.

Pubblicità

Un altro stand della polizia di stato è dedidato dal Gruppo Sportivo Fiamme Oro – Settore motociclismo all”esposizione della moto del Pilota Paolo Blora ex atleta Fiamme Oro.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.