MagazineStoria e Cultura

Al Corvetto giovani generosi cucinano per i clochard

Chi ha detto che i giovani di oggi non sono sensibili e generosi ha preso un grosso abbaglio e per averne la conferma dovrebbe incontrare Jacopo Bellito, il giovanissimo studente dell’istituto alberghiero, 16 anni appena, che, colpito dallo stato di povertà assoluta in cui si trovano i clochard che vede in giro per le strade di Milano, invece di lamentarsene, ha deciso di fare qualcosa.

Pubblicità

Ha quindi scritto al Presidente del Municipio 4, Paolo Guido Bassi, offrendosi di cucinare insieme ai suoi amici, preparando una cena per raccogliere fondi da mettere a disposizione di queste persone senza casa e senza nessun bene.

Pubblicità

Una bella storia di quartiere

“E’ un’idea che nasce da un giovanissimo del Corvetto. Una bella storia del quartiere che merita di essere raccontata”, ha detto Paolo Bassi. ” Individuata un’associazione che opera nel settore, Vo.Ci., realtà nata da un gruppo di volontari cittadini che si occupa di circa 50 senzatetto e clochard e settimanalmente porta a loro coperte, mangiare, bere e vestiti, e acquisita la disponibilità della location, grazie alla collaborazione di Padre Antonello della Parrocchia della Medaglia miracolosa, ci siamo incontrati per definire i dettagli e procedere rapidamente per passare dalle parole ai fatti.”

Pubblicità

Così, domenica 22 ottobre alle 20, presso la la sala dell’oratorio della Parrocchia della Medaglia Miracolosa, in via Fratelli Rosselli in zona Corvetto, un gruppo di giovani cuochi capitanati da Jacopo si metterà ai fornelli per preparare una cena che, si spera, farà il Sold out.

Il Menù

Per i 25 euro a testa che sono chiesti per la raccolta fondi, al netto delle spese vive, sarà servito risotto con salsiccia e funghi e conchiglioni tricolore. Come secondo piatto arrosto con le patate al forno. Per i bambini un prezzo ridotto a 10 euro. Sarà loro servita pasta con il pomodoro e a una cotoletta con le patatine fritte. Vino acqua caffè sono compresi. UN menù gustoso che permette di aiutare i più bisognosi passando una bella serata in compagnia. Per avere altre informazioni ecco i numeri telefonici da chiamare. Jacopo 342 5507 506 e Carla 3479335737.

Pubblicità

Book crossing e librerie

“Credo sia una bellissima dimostrazione di come il Corvetto, che soffre sicuramente alcuni problemi, sia anche e soprattutto una comunità viva e dinamica, attenta e capace di gesti importanti di solidarietà. Sosteniamo convintamente tutte le iniziative del territorio che contribuiscono alle nostre attività tese alla rigenerazione del quartiere. Un impegno che sta dando buoni frutti. Ne cito uno: da anni in Corvetto avevano chiuso tutte le librerie. Noi insieme ad alcuni associazioni, ci siamo inventati la manifestazione ‘Corvetto quartiere dal libro’, diffondendo il book-crossing, sostenendo la presentazione di volumi, le letture corali e i corsi di scrittura. A distanza di poco meno di due anni, la settimana prossima una nuova libreria aprirà in via Marocchetti.

Un segnale di rinascita, al quale speriamo di aver contribuito anche noi attraverso le tante iniziative diffuse in queste strade per non far scappare altrove i residenti che avevano voglia di testi e letture. Un segnale di riscatto, come lo sarà la cena di solidarietà del 22 ottobre. Ringrazio davvero Jacopo, i suoi amici e i suoi genitori, per la generosità e l’altruismo che stanno dimostrando”, ha proseguito Bassi, presentando l’iniziativa.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.