Prima PaginaCronaca Lombardia

I carabinieri. Mille cannabis con un drone

Ossona. I carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso, stazione di Corbetta, in provincia di Milano, al comando del Maggiore Antonio Bagarolo, hanno scoperto una grande piantagione di cannabis, da mille piante, che cresceva allegramente nel retro del giardino di una villetta alla periferia del comune di Ossona, nell’Altomilanese.

Pubblicità

Il sole di queste giorni e le amorevoli cure del proprietario le avevano fatte crescere rigogliose. Forse un po’ troppo rigogliose. Raggiungevano i 2 metri e 30 di altezza,  tant’è che non sono sfuggite all’osservazione dei militari che, per avere le prove schiaccianti della coltivazione, e non potendo avvicinarsi a piedi perchè la zona è completamente recintata, si sono recati sul posto con un drone che ha sorvolato più volte i giardini di Ossona, fino a che non ha trovato il giardino giusto e trasmesso ai carabinieri in attesa le immagini della piantagione.

Pubblicità

la scala Rho b&b

A quel punto, i militari hanno fatto irruzione e hanno arrestato il proprietario della villetta, un uomo di 51 anni, italiano e originario del posto, con l’accusa di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti. In casa dell’uomo sono stati trovati anche 300 gr. di marijuana pronta per essere smerciata, bilancini e materiale per il confezionamento delle dosi. L’uomo aveva già precedenti legati al mondo della droga, ed è stato subito accompagnato a San Vittore e rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.