Prima Pagina

Atm ha la sua squadra. Luca Bianchi presidente

I conti della azienda di trasporti di Milano vanno davvero molto bene. Lo scorso 30 marzo l’assemblea degli Azionisti di Atm S.p.A si è riunita per la votazione del bilancio 2016. Atm è una S.p.A particolare, che ha un socio unico, il Comune di Milano. In questo caso era rappresentato dall’Assessore Marco Granelli. I conti sono tutti a favore di Atm che ha conseguito un risultato netto di 38,8 milioni di euro. Un aumento, quindi, del 50,6% rispetto al bilancio di esercizio 2015. La riunione è stata convocata anche per la rituale elezione dei componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale.

Pubblicità

Un nuovo consiglio di amministrazione per Atm

Con l’approvazione del bilancio del 2016 finisce anche il mandato del vecchio cda composto dal Presidente Bruno Rota e dai Consiglieri Nunzio Domenico Paolo Dragonetti, Carmela Francesca, Alessandra Perrazzelli, Paolo Simonetti. I nuovi eletti che condurranno Atm fino al bilancio 2019 sono Oliviero Baccelli, Fabrizio Barbieri, Luca Bianchi, Clara De Braud e Elisabetta Pistis. Fra questi il consigliere Luca Bianchi è stato eletto presidente. La prima delibera del nuovo consiglio di amministrazione riguarda il bando per la selezione pubblica e la scelta del nuovo direttore generale. Anche questa carica è,infatti, decaduta con la fine dell’esercizio amministrativo del 2016.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.