OssonaPrima Pagina

Pietro Mezzi. Solter, città metropolitana cambia clima

Casorezzo – Il consigliere delegato Pietro Mezzi, di città metropolitana,  pensa ad una soluzione positiva della questione Discarica.  ha incontrato cittadini, sindaci e il loro avvocati, in vista dei ricorsi al Tar.

Annunci

pietro Mezzi sel discarica roccoloIl tema è il progetto di discarica tra Busto Garolfo e Casorezzo. Ieri la pubblicazione dell’articolo sulla risoluzione approvata all’unanimità dal consiglio di Regione Lombardia. L’approvazione all’unanimità sottolinea che anche il Pd si è espresso contro la discarica.  Quindi a favore dell’applicazione delle regole legislative della regione stessa. Oggi abbiamo chiesto a Pietro Mezzi, consigliere delegato in città metropolitana, di spiegarci qual è la posizione della ex provincia di Milano. Vi dico subito che, con le mie domande, non ho ottenuto una risposta netta. Non c’è stato un Si o un NO alla discarica. Bisogna però tenere conto che la posizione di Pietro Mezzi è difficile, a causa dei pregressi rapporti della commissione tecnica di Città metropolitana. Questa commissione ha concesso la Via. A causa dei ricorsi contro città metropolitana presentati dai Comuni, dai comitati cittadini e del parco del Roccolo, la prudenza del consigliere Pietro Mezzi è quindi politicamente giustificata.

Annunci

cambiamenti. Social journalism

Solter accoglie le prescrizioni. Pietro Mezzi incontra i sindaci

Un regolamento di Regione Lombardia impedisce la costruzione di una discarica a meno di 50 metri da dove ce ne era un’altra. E’ stato inserito nella risoluzione presentata da Regione lombardia e che sarà consegnata al Tar. Circa 10 giorni fa, in barba a tutti, Solter ha però presentato un nuovo progetto. In questo accoglie le prescrizioni richieste nella Via. La valutazione verso la quale sono stati promossi i ricorsi al Tar.

Annunci

“E’ indubbio che in questa vicenda la gestione politica di città metropolitana è stata deficitaria”. Ha detto Pietro Mezzi, raggiunto al telefono. “Ora non sarà più così. All’incontro con i sindaci, a Busto Garolfo, mi sono preso l’impegno di cercare una soluzione. Ho quindi incontrato i dirigenti e fatto in modo che ci fossero le condizioni per ottenere il rinvio della sentenza del Tar sui ricorsi”. L’udienza è ora prevista per il 13 dicembre.  “Ho incontrato i dirigenti, i Comuni e i comitati dei cittadini, con i loro avvocati. Abbiamo affrontato il tema dei ricorsi. Il clima in Città Metropolitana è cambiato completamente. Penso a una soluzione positiva.” ha concluso.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

2 pensieri riguardo “Pietro Mezzi. Solter, città metropolitana cambia clima

  • Avatar photo Giuliana Cislaghi

    Per correttezza di informazione e non per contraddire il senso complessivo dell’articolo, vorrei sottolineare che l’Arch. Pietro Mezzi (Consigliere delegato all’ambiente e territorio di CM di Milano)ha promosso un incontro il 2 dicembre tra il comitato salviamo il paesaggio Casorezzo e i cittadini (firmatari del ricorso) e gli uffici di Città Metropolitana. Quindi a quella riunione non hanno partecipato i Comuni. Questo perché l’oggetto dell’udienza rinviata al 13 dicembre è la sospensiva richiesta solo dal comitato SIP e cittadini sulla Variante non sostanziale che riguarda la discarica attiva. Anche il 13 dicembre, purtroppo, i Comuni di Casorezzo e Busto Garolfo, nonché il parco del Roccolo non ci saranno. Approfitto dell’occasione per ricordare che domenica prossima, 11 dicembre, a Casorezzo in piazza S.Giorgio, dalle ore 11 alle ore 13, si farà una risottata solidale a cui parteciperà attivamente anche la Proloco di Ossona oltre a molte altre associazioni della zona, al fine di informare sui nuovi sviluppi e sostenere economicamente il ricorso presentato dai cittadini.
    Giuliana Cislaghi per Comitato Salviamo il Paesaggio Casorezzo

  • Avatar photo Ilaria Maria Preti

    Grazie Giuliana. Pietro Mezzi mi ha detto che ha incontrato tutti, anche Comuni, sindaci, avvocati e gli altri comitati diversi da Salviamo il paesaggio. Ho dato per scontato che camminaste sulla stessa linea. Attendo di capire meglio, appena sento l sindaco di Casorezzo.
    ps. Se partecipa la proloco di Ossona “siamo rovinati”. Le amministrazioni ossonesi negli ultimi anni hanno avuto “attenzione 0” per l’ambiente e per le discariche. E l’attuale finora non ha dimostrato ancora nulla di concreto.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.