PoliticaPrima Pagina

Cecchetti: il Pirelli dice NO alla discarica Solter

Milano – Il consiglio di Regione Lombardia approva all’unanimità la risoluzione contro il progetto di discarica di rifiuti tra Casorezzo e Busto Garolfo. Fabrizio Cecchetti: “Solo Città metropolitana resta favorevole allo scempio nel parco del Roccolo”. Cosa penserà Mezzi, l’assessore delegato all’ambiente in città Metropolitana?

Pubblicità

discarica casorezzoQuesta volta il No del Pirelli riguarda la risoluzione presentata in commissione qualche giorno fa. Stiamo parlando della Ateg11, della Solter e del suo tentativo di mettere una discarica di rifiuti nelle cava del parco del Roccolo, fra Casorezzo e Busto Garolfo. Oggi il No del Consiglio regionale è stato definitivo quanto unanime. Avevamo parlato della questione in Risottata contro la discarica… Il Vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) è uno dei due presentatori della risoluzione. Nella nota in cui annuncia il voto favorevole del Parlamento Lombardo scrive: “Il Consiglio regionale esprime definitivamente la contrarietà alla realizzazione di una discarica nel parco del Roccolo. Chiede alla Giunta regionale di mettere in campo una serie di misure per monitorare i rischi per i cittadini e per l’ambiente derivanti dallo sversamento di rifiuti in quell’area. Chiede inoltre il rispetto delle normative vigenti e del piano di recupero ambientale”.

Pubblicità

13 dicembre la sentenza del Tar

Il documento ha terminato proprio oggi il suo iter, diventando definitivo. La risoluzione della Regione Lombardia contiene tutte le osservazioni e le leggi ignorate dalla città metropolitana al momento di concedere la VIA (cioè il permesso) alla trasformazione della cava in una discarica. Questa scelta anticipa di una settimana la seduta del Tar. In questa saranno discussi i ricorsi contro città metropolitana e contro la Solter presentata dai comuni di Casorezzo e Busto Garolfo, con il sostegno di tutti i Comuni dell’Altomilanese, dal Parco del Roccolo e dai comitati di cittadini.

Pubblicità

“Il Consiglio regionale ha dato un forte segnale di vicinanza al territorio. Si è schierato con i sindaci e con i cittadini e contro il parere della Città metropolitana. Ad oggi resta l’unico ente favorevole a questo scempio nel parco. Ora tutte le speranze per vincere la battaglia sono riposte nel Tar. Dovrebbe esprimersi il 13 dicembre sul ricorso al progetto di discarica presentato dai sindaci e dai comitati. Per una volta si pensi al bene dei cittadini e del territorio e non all’interesse del privato”. Ha detto ancora Cecchetti.

Cambiata la posizione di città metropolitana? Boh!

Non sappiamo cosa pensi ora la città metropolitana. L’assessore delegato all’ambiente Pietro Mezzi, durante la riunione dei sindaci a Busto Garolfo aveva fatto delle promesse, perlomeno aveva detto che voleva occuparsene. Da quel momento da Pietro Mezzi non abbiamo più sentito nulla. Ora però ci interessa avere il suo parere e glielo chiederemo.

Pubblicità

 

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.