OssonaCorbettaMeseroMilano città metropolitanaPrima PaginaVittuone

Attenti alle esche avvelenate per i cani nei parchi

Altomilanese – Diversi tentativi di avvelenare i cani cn delle esche sono stati segnalati nel magentino, a Mesero e a Vittuone. Ecco cosa scrive il poliambulatorio veterinario di Magenta.

Pubblicità

“Attenzione: preghiamo di condividere e dare massima diffusione.
Abbiamo ricevuto segnalazioni da Vittuone, Corbetta e Mesero di bocconi avvelenati (carne mescolata a topicida o lumachicida come quelli nella fotografia) rinvenuti nei giardini pubblici e aree cani.
Nell’ultima settimana abbiamo avuto, anche qui a Magenta, due casi certi ed uno sospetto di avvelenamento da anticoagulanti. Purtroppo un cane ed un gatto sono deceduti. Fate molta attenzione quando siete in giro con il vostro cane.
Se doveste trovare bocconi simili a quelli nella fotografia raccoglieteli e portateli da un veterinario o al servizio veterinario dell’ASL a Ponte Vecchio perché è l’unico modo accertare la natura delle esche, allertare la competenti autorità e dare eventualmente corso a indagini e accertamenti”.
Questo è quello che scrive sul suo profilo Facebook il dott. Andrea Martinoli, del poliambulatorio veterinario di Magenta sin dallo scorso 15 novembre.

Pubblicità

Avvelenati senza motivo

Non si sa chi ci sia dietro a questo tipo di avvelenamenti di cani e di gatti. Alcuni casi erano stati segnalati anche a Casorezzo, la scorsa estate. Certe volte questo tipo di bocconi sono opera di irresponsabili.  Abbandonano delle esche fatte in casa pensando di far in questo modo la guerra ai topi.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.