OssonaPrima Pagina

Furto e sciacalli. Rubano e picchiano la piccola cocker Lola

Ossona  – Gli sciacalli hanno colpito ancora. Un nuovo furto mercoledì 26 ottobre, al mattino. Picchiato anche il cane. Alla stessa ora anche un tentativo di truffa,poco distante.

Pubblicità

“Stamattina verso le 10.00 hanno rubato a casa mia, in via Giovanni Boccaccio. Hanno picchiato il cane, e rubato i soldi.” Questo è il messaggio pieno di disperazione che è arrivato ieri al gruppo di Ossona Sicura. Tanta disperazione. Non è normale che una persona che lavora dalla mattina alla sera, si veda poi violare così l’intimità della sua casa. Che si veda portare via il frutto della pesante fatica del lavoro si ogni giorno. Ci sono i soldi rubati e c’è la cagnolina Lola, un cocker spaniel che era in casa, presa a bastonate dagli sciacalli e chiusa in bagno. La piccola Lola non ha potuto far molto contro i ladri. E’ tutt’ora molto spaventata. ” In un anno è la seconda volta che vengono” ha raccontato ancora la vittima, amareggiata.

Pubblicità

Un furto e un tentativo di truffa nello spazio di una decina di minuti

“In questo periodo c’era una macchina sospetta che posteggiava davanti al condominio. L’abbiamo segnalata a carabinieri. Magari era quella usata dai ladri. Oppure di qualcuno che ha visto qualcosa e che può aiutare a capire che è stato.” Ha detto ancora. Proprio nei momenti in cui il furto era perpetrato, poco distante c’è stato altro fatto. GForse si è trattato degli stessi sciacalli. Infatti, un’altra automobile sospetta si aggirava nella zona di via Boccaccio la mattina del 27 ottobre. E ‘ stata segnalata da un uomo anziano. Questa volta si trattava di un’auto di colore blu.

Pubblicità

L’uomo ha riferito ai familiari che due uomini con l’aria da “matoc” ma senza accenti stranieri sono scesi dall’auto e l’ho hanno apostrofato. ” Eh ciao. Ti ricordi di mio padre Antonio? Sono il figlio di Antonio”. L’uomo ha capito subito che si trattava del classico approccio per un tentativo di truffa, utilizzato spesso dagli zingari. Ha quindi risposto con un ” No” secco ed è entrato in casa.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.