Piste ciclabili in arrivo nell’Altomilanese

Parabiago – Sono in fase di preparazione i progetti preliminari per le nuove piste ciclabili da depositare presso al regione Lombardia per la partecipazione ai bandi del FESR, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e più specificatamente del Programma Operativo Regionale 2014-2020. I comuni che faranno rete sono Parabiago, Rescaldina e Cerro Maggiore. Il costo delle opere è di 2.100.557,00 euro che il bando potrebbe coprire per più della metà cioè con 1.327.425,00.

Pubblicità

Creatilab

piste ciclabili nuova a ParabiagoRaffaele Cucchi (Lega Nord), sindaco di Parabiago, ha espresso la sua soddisfazione per i nuovi progetti di piste ciclabili che saranno realizzate nel 2016 e che contribuiranno ad ampliare e raccordare il sistema di viabilità destinata ai ciclisti dell’altomilanese.
“Siamo soddisfatti del lavoro portato avanti fino a oggi, grazie anche alla professionalità dei tecnici comunali che ci hanno assistito in questo articolato compito e che ringrazio pubblicamente. Il progetto ci permetterà di realizzare piste ciclabili lungo tutto il territorio cittadino, vedendo risolto il problema di collegamento ciclabile tra le frazioni e il centro abitato e soprattutto con la stazione ferroviaria.”
Il progetto inizialmente era rivolto a tutti i comuni dell’altomilanese. Quelli che, però, hanno risposto positivamente sono stati Rescaldina e Cerro Maggiore.
La rete vince ancora, quindi, anche se non tutte le amministrazioni sono abituate a ragionare in termini di collaborazione amministrativa e si fanno sfuggire occasioni importanti come questa.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

I progetti sovracomunali, e di rete fra amministrazioni, infatti, hanno maggiori possibilità di essere finanziati. Contento del progetto anche l’assessore al bilancio, Dario Quieti (Lega Nord).“La realizzazione di questi interventi favorirà la mobilità ciclistica e ridurrà l’utilizzo delle auto a vantaggio di un miglioramento della qualità dell’aria. Parabiago è una città già molto sensibile all’utilizzo della bicicletta, un po’ per tradizione, un po’ per la vivibilità che offre dove tutto è a portata di mano. Questi interventi, quindi, non fanno altro che andare incontro alle esigenze dei cittadini che stanno manifestando apprezzamenti per il lavoro fatto fino a qui dalla nostra Amministrazione. Ne siamo contenti.” Ragionare e porsi degli obiettivi da raggiungere, come ad esempio il completamento del sistema delle piste ciclabili in un’ottica di incentivo dell’uso della bicicletta, da preferire a quello dell’automobile, per migliorare la qualità generale dell’aria respirata e della salute pubblica in genere, e fare dei report periodici sui risultati raggiunti, è una delle peculiarità della amministrazioni comunali moderne, che non si limitano più a pensare solo a mettere i fiorellini nelle aiuole nella primavera dell’anno delle elezioni comunali, ma che pensano alla programmazione e gestione  del territorio in modo globale e in collaborazione tra Comuni confinanti.

 

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui