Prima PaginaPolitica

La nuova maglietta Renzi a casa conquista la Lega Nord e Marine Le Pen

Sabato 28 febbraio la Lega Nord si trasferirà a Roma in piazza del popolo per la manifestazione organizzata contro il governo Renzi e per l’occasione è nata una di quelle magliette che spesso i leghisti usano per amplificare il messaggio che intendono diffondere e che lo portano ben oltre il momento della piazza. La maglietta Renzi a casa ha avuto subito successo. Prima ancora della manifestazione il messaggio della maglietta ha iniziato a diffondersi e a creare casi politici, come è successo questa mattina nell’aula del Consiglio della Regione Lombardia dove si è creata una certa bagarre quando i consiglieri Leghisti si sono presentati in aula, indossandola. Ragioni per volere Renzi a casa sua e lontano dal governo, in regione Lombardia ne hanno da vendere, tra tagli e dispetti legislativi.

Pubblicità

Anche Marie Le Pen con la maglietta Renzi a casa

La maglietta e la performance dei leghisti non è stata apprezzata dall’opposizione ma piace davvero molto a chi non è del PD. Matteo Salvini ai microfoni di Radio Padania ha annunciato che durante la manifestazione romana sarà trasmesso un videomessaggio di Marine Le Pen che la indosserà, per l’occasione.

Pubblicità

Si pensa che la Lega Nord, insieme al Movimento Noi per Salvini, riempirà piazza del Popolo. Dalla Lombardia e dalle altre regioni della Padania partiranno alla volta di Roma diversi pullman e c’è anche un treno speciale Frecciarossa che porterà i militanti leghisti nella capitale italiana. Ci sarò anche io, per raccontare la giornata.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.