Prima PaginaMilano città metropolitanaPoliticaPregnana Milanese

Riparte da Pregnana l’azione di 300Lombardi per l’Indipendenza della Lombardia

L’associazione 300Lombardi, mettendo in pratica il proprio statuto che prevede la massima collaborazione e collegialità del pensiero indipendentista Lombardo, ha organizzato un “galà indipendentista” intitolato NON C’E’ FUTURO SENZA INDIPENDENZA e con l’occasione ha consegnato dei riconoscimenti a chi, secondo il direttivo dell’associazione, si è distinto per operatività in questo senso. Con o senza un Leonida, 300Lombardi ha deciso che occorre serrare le fila e fare massa critica comune.

Pubblicità


Da qui la decisione di chiamare a raccolta chi, tra politica, associazionismo, cultura, stampa, parla, lavora, promuove il tema dell’indipendentismo lombardo. Giuseppe Longhin, Alessandro Gioia, Sergio Marinotti, Franco Valagussa, Roberto Stefanazzi, Alessandro Galbiati e il pregnanese Roberto Marini, hanno fatto un lavoro che si traduce in: marciare anche divisi, ma colpire uniti.

Pubblicità

la scala Rho b&b

E l’incontro conviviale svoltosi all’Agriturismo Cascina Madonnina di Pregnana Milanese lo scorso 17 gennaio 2015 per lanciare le iniziative dell’associazione, dalla webradio al canale youtube, dalla petizione per cancellare il sostituto d’ìmposta agli incontri pubblici programmati in ogni provincia lombarda, in realtà alla fine è andato ben oltre.
C’erano i Serenissimi, tra i quali Roberto Abeni di Brescia Patria, a cui è andato il tributo di “indipendentista lombardo dell’anno 2014- premio Carlo Cattaneo”, ma c’è stato anche il riconoscimento per altri che hanno aperto “fuochi” diversi sul sistema.

Pubblicità

L’indipendenza che nasca da basi economiche così come da esigenze identitarie culturali, paga il prezzo di un quarto di secolo di rivoluzione mancata, nonostante i numeri e le risorse. Di territoriale, si è compreso bene, a definire la rappresentanza del Nord, non c’è più nulla sul fronte istituzionale. Ma esiste una base che si anima e alimenta la cultura, primo presupposto prepolitico, per non spegnere la fiamma della fame di libertà.

L’indipendenza ha un futuro e il futuro è l’indipendenza, questo in sostanza il pensiero dell’associazione 300Lombardi che, a quanto pare, è condiviso da tutti i presenti alla serata. Tra i 100 presenti alla Cascina Madonnina, anche i leghisti pregnanesi Marco Soldi, Luca Sala e Alessio Carletto da sempre iscritti a 300Lombardi.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Quorthon Zanchetti

Sono origine bresciana, ma vivo a Pregnana Milanese. Ora mi considero un pregnanese doc. Lavoro in banca, settore credito. Scrivo da sempre per passione e in passato ho collaborato anche con altri blog e forum.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.