Bruno Antonini, Militante Lega Nord contro la Discarica di Amianto a Casorezzo

Bruno Antonini, di Casorezzo, militante di ferro della Lega Nord e appartenente alla sezione di Casorezzo e Ossona, con una tessera da som vecchia di venti anni e tantissime battaglie alle spalle, è ancora, nonostante l’età in prima linea sulle battaglie proprie del suo Movimento. Nelle scorse elezioni europee ha partecipato attivamente alle elezioni europee che hanno portato Matteo Salvini al grande successo che ha avuto collaborando con i militanti storici di Ossona, Ilaria Maria Preti e Gianni Furlan, ma la sua voglia di battersi per la sua terra non finisce e non inizia con l’impegno elettorale.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Bruno Antonini, Militante Lega Nord contro la Discarica di Amianto a CasorezzoInfatti, da ben 14 anni, cioè sin dalla sua fondazione è in prima linea con il comitato antidiscarica di Casorezzo e sta oggi portando avanti con forza la battaglia contro la possibilità di stoccare Eternit e altro materiale nella cava fra Busto Garolfo e Casorezzo, dove si vorrebbe fare un buco asportando 1,8 milioni di metri cubi terra e riempirlo poi di rifiuti contenenti Eternit.  L’Eternit sarà posizionato sopra la falda acquifera che  serve i pozzi dell’acqua potabile di Casorezzo, Ossona, Marcallo con Casone, Mesero, e di altri Comuni, fino  Magenta.
L’Eternit è estremamente pericoloso perchè rilascia  piccole spighe di amianto che, se ingerite e respirate, finiscono nei tessuti e causano una delle forme più terribili e inguaribili di tumore, il mesotelioma: una malattia a lenta insorgenza, ma inesorabile. Da quando avviene la diagnosi si può sopravvivere al massimo un anno, ma con indicibili sofferenze.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Bruno Antonini, nell’ultima manifestazione contro la discarica di amianto a Casorezzo ha partecipato occupandosi della casetta del presidio e del rinfresco perchè cammina a fatica ma, è il caso di dirlo, dove non arrivano le gambe, arriva il cervello, perchè coinvolgendo anche gli altri leghisti del paese, orfani della sezione a causa del commissariamento della stessa, e riuscendo a catturare l’interesse degli altri militanti della Lega Nord, tenendoli informati continuamente sulla situazione e delle riunioni del Comitato, e esortandoli a partecipare mettendosi per in prima linea, lavorando in squadra e sorvolando su qualsiasi problema  ha ottenuto l’interessamento della Lega Nord al gravissimo danno ambientale che un buco da 1,8 milioni di metri cubi riempito di Eternit e di amianto, avrebbe causato al territorio del Magentino e dell’Altomilanese.

Non si può dire altro che grazie a persone come Bruno Antonini, ed essere orgogliosi della sua appartenenza alla Lega Nord, perchè sono loro i veri Leghisti. La Lega nord, poi, come sempre, ha dimostrato, di essere dalla parte della gente in qualsiasi modo, di avere a cuore la salute pubblica e di  battersi per ottenere il rispetto dell’ambiente e della nostra terra, forti della spiritualità celta che è alla base della cultura padana e che è fortemente ambientalista, ad ogni livello, dal primo all’ultimo militante. Ha anche dimostrato di essere completamente disinteressata anche di fronte a grandi pressioni economiche che, non sarebbe la prima volta, si potrebbero sviluppare in casi simili.

Pubblicità

Villa Carla. Residenza per Anziani

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui