Strisciante sukkeggiamento della Fiera autunnale dei prodotti locali di Busto Garolfo

Domenica 23 novembre, a Busto Garolfo, Bust, Picuil, ha avuto luogo l’ultima fiera della stagione. “E’ la Fiera autunnale,” come l’hanno chiamata alcuni cittadini cui si è chiesto a quale santo patrono fosse dedicata, “Nessun Santo, non serve”.

Pubblicità

Strisciante sukkeggiamento della Fiera autunnale dei prodotti locali di Busto GarolfoÉ vero ,non serve sempre un Santo per fare Festa e per organizzare una Fiera commerciale locale. La fiera è stata davvero un po’ particolare. Tante bancarelle di prodotti locali, dalla Valtellina, dalla Sicilia, i prodotti locali dal Veneto, quelli delle aziende agricole locali, il vin Brulè e le caldarroste, indicavano che la Fiera autunnale era stata pensata e organizzata, negli ultimi anni, con l’intenzione di essere una fiera del cibo e dei prodotti locali, di una certa grandezza, per promuovere l’economia locale.
Si sa, ci sono molti commercianti e imprenditori della filiera alimentare e artigianale locale che quando prendono l’abitudine a partecipare ad una fiera che ah una certa resa continuano a presenziare anno dopo anno. Sul substrato culturale ed economico locale però si è inserito un sukkeggiamento strisciante fatto dei soliti baracchini e di venditori di merce contraffatta, soprattutto borse e altre cose simili, che denota come quest’anno non ci sia stata l’attenzione a mentenere la caratteristica di fiera del commercio local.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

C’è da dire che la polizia locale di Busto Garolfo è stata presente e ha controllato tutti i permessi, persino quelli del gruppo che raccoglieva le firme contro la chiusura del centro sociosanitario, e che avisati della presenza dei solit abusii, sono intervenuti con una solerzia immediata, come immediato è stato il fuggi fuggi generato, al loro arrivo, tra i banchettari del lenzuolo e della borsetta dalla griffe falsificata. Quindi potremmo dire che la fiera autunnale di Busto Garolfo ha sukkeggiato un po’ si e un po’ no, anche se è facile prevedere che, nei prossimi anni, se non vi sarà il miracolo di una mano ferma che interviene politicamente a selezionare con cura le bancarelle, ammettendo solo quelle del commercio locale artigianale e tipico, la fiera si avvierà a diventare inevitabilmente una di quelle fiere che mostrano i sukkeggiamenti più beceri.

busto garolfo video youtube

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui