Buona notizia: la fiera di San Salvatore a Casorezzo non sukkeggia

Nella bella anche se ormai freschina ultima  domenica di Ottobre si è svolta la prima giornata della sagra di San Salvatore che tradizionalmente si svolge a Casorezzo in più giorni. Domenica è stata dedicata alle bancarelle delle associazioni del paese, ai gruppi sportivi e alle realtà di volontariato e di aiuto missionario mentre il lunedì vi è la fiera  vera e propria con le bancarelle dei dolci e dei giocattoli.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

In fondo all’articolo vi sono i filmati di eri e di oggi che raccontano le tante realtà che hanno esposto i loro lavori e  presentato le loro attività.
Non potevano mancare gli Irriducibili, il circolo cultuale Zigo Zago, la nuova compagnia di Casorezzo, oltre che l’oratorio. Fra i gruppi presenti anche il Comitato antidiscaria che ha raccolto le firme autentiche, cioè assolutamente provate, dei cittadini contrari a permettere che la cava di Casorezzo diventi una discarica di amianto.

Pubblicità

Presenti anche alcuni ossonesi che si sono detti disponibili per fare una raccolta firme anche a Ossona, dato che si trova a valle delle cave e condivide la stessa falda acquifera. Molto simpatica l’iniziativa dell’associazione di volo Air Folies che ha portato nella piazzetta dell’ex Comune i suoi aerei ultra leggeri e ha permesso ai bambini di salirvi dando loro le prime nozioni di volo. Più che d aerei dovremmo parlare di apparecchi per volare perchè ce ne era uno che mi ha lasciata stupefatta. Era un seggiolino con montato sullo schienale una grossa elica e un motore.

Sono certa che vola, certissima, ma mi sono immaginata  di essere su in alto, seduta su  una nuvoletta, a bordo di quel seggiolino e mi son venuti un po’ i brividi. Capisco però anche il coraggio e la passione di chi vuole provare l’emozione di un volo su quel seggiolino. Bisogna poi assolutamente menzionare Furia, un piccolissimo pony, grande poco più di un cane, che vive in un giardino non lontano dal centro di Casorezzo e che è diventato una star fra i bambini che passavano per recarsi alla fiera. ll cavallino fa di tutto per meritarsi le coccole  e le carezze dei passanti e le ottiene facilmente data la simpatia che dimostra.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

I negozi hanno approfittato dell’occasione per esporre  loro prodotti e per abbellire al massimo le vetrine. L’esposizione dei trattori era nel parco della Villa comunale, dove ci sono i giochi dei bambini, e la mostra di Paola Tronconi assolutamente originale. E’ difficile inserire i dipinti moderni in ambienti così tradizionali ma in questo caso è stat fatto magistralmente . Insomma la sagra di San Salvatore è stata una bella festa paesana che ha messo in rilievo le attività e la vita sociale di Casorezzo, tutta legata alla cultura e alle attività sportive, associative e anche artigianali e commerciali.

sagra di san salvatore Casorezzo Video

Anche la fiera di lunedì è stata una bella sorpresa, il mercatino e le bancarelle sembravano scelte con attenzione e la via Fiume era dedicata ai piccoli hobbysti, ai collezionisti e al fai da te.
C’erano i rivenditori di giocatoli vecchi che si dicevano disponibili a comperare di trenini e vecchie scatole di Lego, chi commerciava in articoli di modernariato e che aveva messo in vendita tutti quei piccoli oggetti vintage che attirano così tanto, chi ha la manualità e il gusto per costruire collane e gioielli di piccola bigiotteria, e poi saponi profumati, candele colorate, libri, vecchie enciclopedie e moltissimi altri oggetti che sono la gioia di appassionati che creano un piccolo indotto economico.
Le bancarelle del centro del paese erano tutte nostrane e ordinate: abiti, dolci, giocattoli, tanti vestiti, caldarroste e zucchero filato. Forse qualche venditore straniero, ma ben organizzato e che non dava certo l’idea di credere di essere ancora a Marrakech.

Pubblicità

tap gym

fiera di san salvatore a casorezzo

L’atmosfera che si respirava era quella della fiera commerciale di paese, tradizionalmente padana e piacevole e non certamente quella di un suk arabo. Certo, c’era anche qualche spuntista arrivato a Casorezzo  dopo le nove del mattino  dopo aver provato a sistemarsi alla Sagra di San Zenone di Castano Primo, ma sono stati sistemati alle vie marginali in fondo al paese, al di fuori della sagra vera e propria e a disposizione di chi voleva andare appositamente a comperare i loro prodotti.

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui