OssonaPrima Pagina

Vanzaghello, identificato un bandito, ancora fuggiaschi gli altri 3

Vanzagnello, identificato un bandito, ancora fuggiaschi gli altri 3Uno dei banditi che venerdì scorso hanno assaltato un villetta, in pieno giorno, a Vanzaghello,  è stato identificato. Si tratta dell’uomo che è stato ferito e portato in ospedale a Busto Arsizio. si tratterebbe di un cinquantenne originario di Gela, in Sicilia. Il riserbo dei carabinieri sulle indagini che stanno conducendo è strettissimo e i numerosi posti di blocco che in questi giorni, in modo più o meno discreto sono posizionati sul nostro territorio sono il segnale che le ricerche sono fittissime.

Pubblicità

L’origine del primo dei banditi arrestati e le modalità dell’aggressione fanno pensare a qualcosa di diverso dalla solita rapina in villa tentata da ladri aggressivi e violenti, che comunque è molto raro che si presentino armati sul posto. Il ferito che è all’ospedale ma sotto strettissma sorveglianza, ha per ben due volte puntato l’arma contro il carabiniere che ha sparato, Anche quest è un comportamento inusuale per i delinquenti di bassa manovalanza che , quando vedono i carabinieri e comprendono di essere stati scoperti,  tendono ad arrendersi per non aggravare in seguito la loro posizione processuale.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

E’ quindi facile intuire dalle modalità della rapina e dall’insieme che  questa storia nasconda sia qualcosa di persino più grave  di una rapina. da alcune notizie ricavate in rete sembra che la famiglia rapinata abbia ha qualche trascorso, ma sembra che si tratti di questioni che non hanno nulla a che vedere con l’aggressione. Non resta che attendere che i carabinieri e le altre forze dell’ordine riescano a rintracciare i banditi fuggiaschi che potrebbero, per far calmare le acque, essere ancora nascosti nella zona del Ticino. L’automobile con cui sono fuggiti e che risultava rubata ad Arconate qualche giorno fa, è stata ritrovata a Magnago.

Pubblicità

(foto di repertorio)

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.