Facebook: Matteo Salvini rimanda la Kyenge al mittente

Cecile Kyenge, ex ministro per l’integrazione in Italia e ora eurodeputato per il PD, con relativo stipendio mensile a 6 cifre, ha rilasciato un’intervista ad Affariitaliani, in cui propone di fare una legge per mettere la Lega Nord fuori legge perché, secondo lei, è un partito razzista.

Pubblicità

matteo salvini, facebook, cecile KyengeSu Facebook Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, le risponde in modo scherzoso, senza prenderla troppo  sul serio e cominciando il messaggio con una  milanesissima interlocuzione, un  ” Ossignor” dai toni leggermente esasperati, e dando la colpa delle parole di Cecile Kyenge al caldo che, all’improvviso, è riapparso in questo piovoso agosto.
Nello stesso messaggio su Facebook, Matteo Salvini prende l’occasione per criticare l’uso di un miliardo di euro per finanziare l’operazione Mare Nostrum e per far notare che spender così tutti quei soldi quando si è a capo di un paese in cui ci sono 4 milioni di cittadini senza lavoro è il vero razzismo, ma contro gli italiani.

Pubblicità

Salvini rimanda le accuse al mittente

Nel finale del  messaggio  invita poi la Kyenge, tanto attenta a considerare razzista chi non la pensa come lei, a prendere le parti dei disoccupati di fronte a Matteo Renzi. Il messaggio Facebook di Matteo Salvini sono estremamente veloci, sintetici e ricchi di contenuti.  Vi è il lato etnico dell’uso della lingua milanese, vi è la sottolineatura del grave problema della disoccupazione,  vi è la sottolineatura dello spreco di denaro fatto con l’operazione Mare Nostrum, ora Frontex plus e vi è la difesa della Lega Nord, rimandando al mittente le accuse di razzismo.

Anche da sola, l’ottima struttura culturale e comunicativa dei messaggi Facebook di Matteo Salvini è sufficiente per smentire quel continuo tentativo di denigrare e intimidire la lega nord e i leghisti, con lo spauracchio della legge Mancino,  che sembra essere diventato lo sport preferito della sinistra.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui