Mare Nostrum: siamo fregati e ce lo dicono con tweet e retweet

Mare Nostrum: siamo fregati e ce lo dicono con tweet e retweetCecilia Malmström  ha comunicato  con un tweet,  in inglese, che sta per incontrare Angelino Alfano per discutere dell’operazione  Mare Nostrum e, già che c’è, scrive che l’ Unione Europea continuerà a supportare l’Italia. Angelino Alfano la retwitta e poi dopo un paio d’ore comunica che è arrivato a Bruxelles pronto per l’incontro.

Pubblicità

Retwittare un cinquettino non è esattamente il prologo che ci si può aspettare da chi è andato a Bruxelles per battere i pugni sul tavolo e per imporre la fine di Mare Nostrum o dei finanziamenti straordinari per affrontare l’emergenza dell’immigrazione. Ce lo fa ben capire con una frase semplicissima la Cecilia che sembra dar l’impressione di aspettare Angelino Alfano a braccia aperte e parla di continuare a sostenere lo stato italiano.

Pubblicità

Forse solo chi si lasciato emozionare  dallo scambio di cinquettii, che sembrano quasi piccoli scambi di apostrofi rosa, non ha capito che dato che l’Unione Europea  non ha mai supportato lo stato italiano nell’ emergenza dell’immigrazione clandestina, quel messaggi significa che continuerà a non farlo. Inoltre la Cecilia parla ancora di Mare Nostrum, come se fosse un cosa che continuerà, senza alcun dubbio, perchè l’ Europa ha deciso così.

Il tweet di Cecilia era chiarissimo, ma chissà per quale motivo Angelino Alfano, che dovrebbe perlomeno far finta di andare a Bruxelles a litigare fino a che non ha ottenuto di avere il sostegno del’Europa per l’emergenza clandestini, lo ha retwittato invece di rispondere per le rime.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Si ha l’impressione che Angelino sia andato a portare un cesto di frutta a Cecilia, per tornare con un fazzolettino ricamato. Tra un tweet e l’altro,  gli italiani, distratti un attimo da tutte i gravissimi problemi di sicurezza, di lavoro e di civiltà che si stanno vivendo nel paese si pongono una domanda: non è che , tra tutti quei cinquettii su twitter, non sia passato un uccellino e sia poi volato via insieme agli attributi del ministro dell’interno italiano?

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui