MagazineMilano città metropolitanaOssonaStoria e Cultura

Ossona, piccolo pincer sperduto cerca la sua casa

Lo scorso 27 dicembre alcuni passanti hanno trovato il povero piccolo pincer che vedete nella fotografia, a Ossona e lo hanno portato dai volontari del G3A di Magenta.

Pubblicità

Si tratta di un cane maschio piuttosto anziano, di taglia molto piccola, un pincer nano quindi, e che soffre di una spessa cataratta, che non gli permette di vedere molto bene. Il suo pelo è raso e focato. Al momento del ritrovamento aveva solo un collare di cuoio, senza nome e senza indirizzo.

Pubblicità

Il pincer è’ troppo anziano e ci vede troppo poco per poter pensare che sia riuscito a raggiungere Ossona partendo da un altro paese della zona. Probabilmente è un cagnolino abituato a stare in casa e  uscito in giardino e che, magari per lo scoppio di un petardo è scappato attraverso la cancellata e si è perso. Il fatto ceh sia così anziano vuol dire che è stato curato per molti anni e in questi giorni il suo padrone si sta probabilmente disperando alla ricerca del suo amico, chiedendosi dove può essersi nascosto.

Pubblicità

Può essere che il suo padrone sia anziano e che non abbia internet, e così non ha potuto vedere questa foto che sta girando fra gli ossonesi che frequentano facebook e gli altri social network. Vogliamo anche noi dare una mano a cercare il padrone di questo piccolo pincer, sperando nel lieto fine

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Monica

Amo gli animali, amo la natura, e penso che il nostro impegno dovrebbe essere quello di rispettare ambedue

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.