OssonaPrima Pagina

Ossona, lega Nord: al 1° novembre I castegn da la Maddalena (caldarroste)

Ossona, 1 novembre: I castegn da la MaddalenaIl primo novembre in piazza Litta ad Ossona, la Lega Nord di Ossona organizzerà un banchetto di caldarroste per festeggiare la ricorrenza tradizionale della fine di Ottobre dei morti e dei Santi dedicato alla nonna Maddalena.
Si tratta di iniziare un anno intenso e pieno di iniziative con un appuntamento culturalmente importante, semplice e popolare che coinvolge tutti gli ossonesi.

Pubblicità

Potete trovare la notizia sul sito internet della Lega Nord di Ossona.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Le caldarroste sono il segno di un ricordo ma anche il segno del futuro.

Pubblicità

In questo modo la Lega Nord di Ossona pubblicizza la castagnata che effettuerà in piazza Litta venerdì primo novembre 2013.

Nell’Albertino i leghisti ricordano che si tratta di una  festa che si perde nella notte dei tempi.

Pubblicità

Oltre alle caldarroste in questo periodo dell’anno si intagliavano le zucche e i bambini le usavano, dopo averle svuotate e averci inserito un lumino acceso per spaventare gli adulti la notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre. Le lumere della tradizione della Lombardia sono famose in tutto il mondo e derivano direttamente dalla tradizione celtica che in questi gironi festeggi Samoinos, il capodanno. Per i nostri antenati la fine di ottobre e l’inizio di novembre era il momento in cui i morti incontravano i vivi, e davano loro dei consigli e  degli ammonimenti.

Appuntamento quindi con Lega Nord in piazza Litta ad Ossona per assaporare le caldarroste del di di mort.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.