OssonaMilano città metropolitana

In due tentano il rapimento di un bambino

Ossona – Alcune voci stanno spargendosi per Ossona. Ieri pomeriggio verso le 14,30, in via Roma, due uomini  piuttosto anziani,  avrebbero tentato di forzare un ragazzo di 13 anni a salire sulla loro auto. Era un’auto di grossa cilindrata. La prontezza di riflessi del ragazzo avrebbe impedito il rapimento.

Pubblicità

I due uomini avrebbero tentato di inseguire il bambino. Lui ha abbandonato la bicicletta per mettersi a correre velocemente in mezzo ai campi di grano. Quando si è reso conto che i due avevano desistito dall’inseguimento, si è recato di nuovo verso il campo sportivo di via Roma. Lì, insieme ad un amico, avrebbe avvisato i carabinieri. Non si hanno notizie più precise di questo fatto, ma la situazione non è poi così rara come potrebbe sembrare. Le ipotesi che si possono fare sono molte: da un tentativo di adescamento a qualcosa di peggio.

Pubblicità

In ogni caso, è sempre un bene non perdere mai del tutto d’occhio i bambini. Bisognerebbe fare in modo che si trovino sempre in posti affollati anche quando sono senza i loro genitori. Come ad esempio sul percorso che li porta da casa a scuola e viceversa.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Insegnare a segnalare

E’ bene insegnare ai bambini a segnalare sempre qualsiasi automobile o persona sconosciuta che si avvicina sia a loro sia ai loro amici. Purtroppo Ossona non è più il paese senza pericoli che era 10 o 20 anni fa. E’ bene che i bambini siano sempre creduti, quando raccontano di aver avuto un incontro che li ha spaventati. Anche se ci sono 100 falsi allarmi e 1000 esagerazioni, potrebbe capitare la volta in cui i bambini sono in pericolo. Ascoltarli eviterà loro brutte avventure. Speriamo comunque che i due uomini siano trovati velocemente. E che le forze dell’ordine spieghino loro come il nostro paese non tolleri quegli atteggiamenti.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.