Magentino: i numeri del Donacibo. Quanto e a chi arriva la solidarietà

Si è conclusa nelle 17 scuole del Magentino che hanno aderito all’iniziativa del “Banco di solidarietà di Magenta”, l’ottava edizione del “Donacibo” organizzata in collaborazione con la “Federazione Nazionale Banchi di Solidarietà”.

40 famiglie magentine bisognose di aiuto

Il cibo donato verrà poi distribuito nel tempo a 40 famiglie del Magentino che sono state ritenute idonee a ricevere questo tipo di aiuto. Sono stati raccolti circa 2.118 chilogrammi di cibo non deperibile. Ogni anno aderiscono all’iniziativa nuove scuole e nel 2019 hanno risposto oltre 4.300 studenti in seno agli istituti di: Boffalora, Magenta con Pontenuovo e Pontevecchio, Marcallo, Mesero, Robecco sul Naviglio. Per Corbetta, al momento, ci è stato inviato dall’associazione “Banco di solidarietà di Magenta” il dato parziale riferito all’istituto paritario dei Padri Somaschi, i cui alunni hanno raccolto 700 chilogrammi di cibo e riempito 75 scatoloni. Nel Magentino hanno partecipato altresì due scuole dell’infanzia.

2.118 chilogrammi di cibo

Ecco nel dettaglio cos’è stato raccolto: 550 chilogrammi di pasta, 144 di riso, 42 di tonno, 279 tra pelati e passata di pomodoro, 383 di legumi, 74 di zucchero, 12 litri di olio e 141 di latte, 12 chilogrammi di farina, 36 di biscotti e altri 244 chilogrammi di alimenti in scatola di vario genere. Il tutto per 2.118 chilogrammi di cibo non deperibile. Una rintracciabilità importante sia per chi dona che per chi riceve perché mostra il ponte di solidale tra le genti e la destinazione dello sforzo economico di chi ha donato.

Il ringraziamento della Federazione Banchi della solidarietà

Attraverso un gesto semplice quando istruttivo, come quello di portare a scuola del cibo per i meno fortunati, si è voluto rendere protagonisti i bambini invitando proprio loro a contribuire e a rinunciare a un poco della mancetta per regalare ad altri. Il fine è stato quello di far capire loro la gioia e l’importanza del dono fatto in prima persona. “Un caloroso grazie a tutti gli alunni, agli insegnanti e ai genitori che da protagonisti hanno promosso e portato a termine con successo questa iniziativa” ha concluso il presidente della “Federazione Nazionale Banchi di Solidarietà” Alberto Camerati.

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 122 Articoli
Giornalista