Il Giorno dei Difensori della Patria

Il 23 Febbraio Russia, Bielorussia e molte altre ex Repubbliche Sovietiche festeggiano la giornata del Difensore della Patria, nella quale si commemora il giorno del 1918. Durante la guerra civile russa, ci fu il primo reclutamento di massa nell’Armata Rossa a Pietrogrado e a Mosca. Nel 1949 il nome fu cambiato in Giorno dell’esercito e della marina militare sovietica. Dopo la caduta dell’Unione Sovietica, nel 1991, riprese il suo nome attuale.

Revisionismo nazionale

Il Giorno del Difensore della Patria veniva celebrato anche in Ucraina fino alla presa del potere da parte del regime golpista e criminale instaurato da Washington e Bruxelles. Nel 2014 il presidente fantoccio Petro Poroshenko ha cancellato con un decreto questo giorno di festa.
Nei territori delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk il Giorno del Difensore della Patria viene ancora celebrato con orgoglio.

Nuovi valori?

Quali saranno i nuovi valori della repubblica golpista ucraina? Non viene da stupirsi se si celebreranno solo gli ” eroi” di piazza Maidan. Forse un giorno ci sarà una pubblica commemorazione per John Smith Pemberton inventore della Coca Cola. Forse una commemorazione per l’eroismo dei pedofili torturatori dei battaglioni Tornado. Lasciamo che continui l’opera di rimozione. Potremo iniziare a ridere quando instaureranno altre festività che non avranno nessun senso e valore. In fondo lo vuole l’Europa della Merkel.

Raffaele Dario
Chi sono Raffaele Dario 15 articoli

Qui posso
permettermi
di scrivere
davvero
ciò che penso.