Ossona, la domenica con i Muezzin

Ossona – Ossona era un paese in cui la domenica mattina ci si svegliava con il suon dolce delle campanelle di santa Elisabetta di Asmonte e di San Bartolomeo. Oppure con l’allegro scampanio di San Cristoforo che chiamava alla prima Messa Parrocchiale. Oggi non è più così. La musica delle campane, la domenica mattina, è coperta dalle lagne muezzin (o roba del genere).

zingari-324x222 Ossona, la domenica con i Muezzin Piazza Litta Prima Pagina   Parlare della maleducazione degli zingari che abitano in un appartamento di via XXIV maggio a Ossona sembra quasi ridicolo. Specialmente dopo tutto quello che combinano da anni e di cui Cronacaossona.com riporta, in parte, la cronaca. Hanno accumulato talmente tante denunce che potrebbero arrivare all’ergastolo per somma di condanne da 6 mesi l’una di media. Ora però la questione riguarda il rispetto delle persone e del quieto vivere di Ossona e dei suoi abitanti. Sembra che l’unico modo per farli smettere sia quello di sputtanarli. Visto che nessuno ha la volontà di intervenire a norma di legge e risolvere il problema lo faremo qua, a livello mondiale.

Concerto muezzin o zingara?

Da molte settimane, via XXIV Maggio e le vie intorno sono trasformate in un’area di concerto di muezzin. Guardate il video youtube che trovate cliccando sull’immagine e date voi stessi un giudizio. Fate caso a come la musica arabo-zingara riesce a coprire il suono della campane di San Cristoforo sullo sfondo. Si, lo so che i muezzin sono i musulmani che cantano di ricordarsi le preghiere. 5 volte al giorno, dall’alto dei minareti delle moschee in alcuni paesi arabi. Forse il paragone più indicato è quello dei residenti dei dintorni le vie che parlano di discoteca zingara e che la domenica mattina è il momento del ballo della mattonella. Non penso,però, data la situazione, che paghino i diritti siae per lo spettacolo fornito.

A Ossona, la domenica mattina, fino a qualche anno fa, ci si svegliava con le dolci campanelle di San Bartolomeo (ascoltatele cliccando qui), poi si continuava con il richiamo alla Messa delle maestose e allegre campane di San Cristoforo (eccole qua). Era il dolce risvegliarsi del giorno di festa. Anche per chi non crede, questi suoni fanno parte del modo di vivere, delle abitudini e della cultura ancestrale. Val la pena di far una battaglia culturale per continuare a goderci lo scampanio e per far sapere a questi incivili di via XXIV maggio che esistono le cuffie e la manopola per abbassare il volume?

A Ossona si dice: “Musica volta, macchina bassa, tarù cal passa”

Il commento di un tempo a chi usava l’ auto sportiva, con finestrini abbassati e stereo a palla era: “Musica volta, macchina bassa, tarù cal passa” dove tarù era il peggior giudizio pensabile per maleducazione e mancanza di rispetto per il prossimo. Oggi potremmo lanciare un concorso per un nuovo tipo di commento. Quali suggerite dopo aver visto il video registrato in via XIV maggio? Scrivetelo nei commenti. E’ gradito l’uso del Milanese, se potete.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2389 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi