Mondiali di calcio in Abcasia. Padania – Panjab

Abcasia 2016. Padania - Punjab

Abcasia – La partita Padania – Panjab del 4 giugno, alle 15, nello stadio di Sukhumi ha visto la sconfitta della Padania nelle semifinali dei campionati del Mondo delle Nazioni senza Stato. Il Panjab è una naziona senza stato attualmente inglobata nello stato dell’Afghanistan.

padania-panjab-2-324x243 Mondiali di calcio in Abcasia. Padania - Panjab Prima Pagina Sport   Sfortuna, stanchezza, un misto delle due ha causato troppe imprecisioni sotto porta. Così i  nostri eroi si trovano a battersi per il terzo posto nella gara internazionale con la squadra di Cipro del Nord. La nazionale del Panjab non è  una squadra tecnicamente superiore alla Padania, ma qualche volta capita ceh davide batta Golia. Il calcio è così senza la preparazione atletica non si fa nulla, ma non è detto che basti, e come si è detto nel caso del Kurdistan. Si gioca per vincere e portare a casa la coppa per la propria nazione, ma i gioca sopratutto perchè si esiste, e l’esistenza della Squadra della Padania, che gioca un calcio pulito e leale, nel mondo rende orgogliosi per la sua stessa esistenza. Non tutto è perduto però, c’è ancora la possibilità di salire sul podio e conquistare il 3 posto al torneo internazionale. Questa sera i Panjab affronterà la squadra di casa, l’Abcasia, nella finale per i primo e secondo posto allo stadio di  Sukhumi. La Padania ci ha abituato bene, ma la Coppa del Mondo delle nazioni senza stato non è un torneo facile, anzi. Non c’è solo da vincere le partite. Ognuna delle nazioni che partecipano ha una grande carica di emozioni e di speranze di dimostrare al mondo il proprio patriottismo e il diritto all’esistenza della propria popolazione. Al contrario di quanto accade spesso nei campionati Fifa, si gioca per gli ideali e non per il cachet (che, fra l’altro, non c’è) e questo fa di ogni squadra, anche quelle tecnicamente inferiori, un avversario temibile. Quella palla, per una volta tanto, mentre corre nel campo, rappresenta dei valori morali forti.

Eccoci alla cronaca di Padania – Panjab

Al quinto minuto dopo il fischio d’inizio, non è nemmeno terminata la fase iniziale di studio fra le due squadre, quando la Padania decide di spingere e cercare la rete con il numero 10 Rosset, si arriva sotto rete ma non succede nulla. La Padania cerca di imporre un gioco razionale ed equilibrato alla partita, sfruttando le ripartenze con lanci lunghi. tattica adatta, ma si paga la troppa imprecisione dell’offensiva. Al 22esimo il Panjab inaspettatamente riesce a prendere il palo. Il primo tempo si conclude con un 0 – 0.  Il secondo tempo inizia con un cambio ed entrano Mosti, Farina e Molinari. Il Pujnab è nettamente inferiore ma, al 75esimo, una lieve disattenzione difensiva della Padania permette che un calcio diagonale preciso alla destra sorprenda il portiere Dall’Omo.  Nemmeno il cambio di uomini con l’entrata di Morabito per Rolandone permette il recupero. Non basta neppure la grinta scaturita dall’espulsione di Prandelli. La Partita Padania – Panjab termina 0–1 e con lei il ogno di portare a casa il trofeo.

Il presidente di Padania Fa, Fabio Cerini, fa i complimenti al Panjab. “Quest’oggi abbiamo disputato una partita alla nostra portata, ma non siamo riusciti a vincere. Il Panjab ha meritato a pieno la vittoria; mi congratulo con questa squadra per la propria lealtà (soprattutto in campo). In questo momento, posso solo affermare che abbiamo una partita da onorare, è importante perché vogliamo arrivare terzi. Al nostro approdo in italia, abbiamo deciso di prenderci tutti una pausa di riflessione per programmare al meglio il prossimo europeo.” Ora si spera nel terzo posto con la partita delle 15. Padania – Northern Cyprus si giocherà sempre nell stadio Sukhumi e deciderà il terzo e il quarto posto. Ultima occasione per conquistare il podio. Alle 19 la finale del torneo per il primo e il secondo posto Abkhazia – Panjab.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2381 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Be the first to comment

Rispondi