Milano. Allarme bomba in piazza Duomo

Milano – Questa mattina Piazza Duomo a Milano è stata chiusa ed evacuata a causa di una valigia, un trolley, che era stato abbandonato. Sul posto immediatamente gli artificeri che lo hanno fatto saltare.

allarme bomba a MilanoUna valigia sospetta legata con una catena al corrimano di una scalinata della metropolitana, chiusa al pubblico da anni, ha fatto scattare l’allarme bomba. Il timore di un attentato è sempre molto alto e le forze dell’ordine intervengono ad ogni segnalazione. Sul posto sono arrivate diverse pattuglie dei carabinieri, che hanno allontanato i passanti chiudendo la piazza, e i militari del reparto Artificieri e antisabotaggio. La situazione è stata attentamente monitorata, poi la valigetta è stata fatta saltare. All’interno solo vestiti ed effetti personali. Molta apprensione ma fortunatamente anche questa volta si è trattato solo di un falso allarme.
La situazione non è però semplice. Le minacce ci sono state e per domani alle 17, nella sala Enzo Biagi di palazzo Lombardia è previsto un convegno intitolato “Emergenza Terrorismo. L’approccio di Israele e dell’Europa” cui parteciperà anche l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi.

Per chi volesse partecipare, il convegno è a entrata libera e alla sala Biagi si accede dall’Ingresso N4 di palazzo Lombardia, al 1° piano.
Il 2 marzo ci sarò poi un altro convegno particolarmente sentito, perchè l’assessore Cristina Capellini inie alla presidente Roberto Maroni hanno oranizzato una conferenza con dibattito per ricordare la Shahbaz Bhatti, Ministro pachistano per le minoranze e paladino dei Cristiani perseguitati, a cinque anni dal suo assassinio. A questa conferenza parteciperà  Monsignor Joseph Coutts, arcivescovo di Karachi e Presidente della Conferenza episcopale pachistana e Alessandro Monteduro, direttore di Aiuto alla Chiesa che Soffre.
“Un incontro importantissimo considerato che Monsignor Coutts, nella sua unica tappa lombarda, ha deciso di accettare l’invito di Regione Lombardia, da sempre schierata al fianco delle comunità cristiane che ancora oggi, nel silenzio generale, sono vittime di persecuzioni. L’attenzione al tema da parte della Giunta Maroni è stata dimostrata più volte, ricordo ad esempio la veglia del 2 maggio scorso, alla quale partecipò Paul Bhatti, fratello di Shahbaz.”
A fronte di tanti incontri importanti, l’attenzione per il rischio attentati è ovviamente alto. Quindi è meglio evitare di dimenticarsi in giro valigie e valigette e tanto meno prendere l’abitudine di usare le scale della metropolitana come se fossero delle dependance di un Deposito

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2336 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.