CanegrateCronaca LombardiaMilano città metropolitanaVarese

Canegrate. 2 appartamenti sequestrati

Il mese scorso, a Castellanza, in provincia di Varese, i carabinieri del comando provinciale di Varese avevano trovato 8 kg di cocaina e 60.000 euro in banconote di medio e piccolo taglio nelle mani di un 49enne albanese, che era stato quindi arrestato in flagranza. Le indagini sulla provenienza del denaro e sulle attività dell’uomo hanno portato i militari a Canegrate, in provincia di Milano, dove oggi i carabinieri del Nor (Nucleo Operativo e radiomobile) di Busto Arsizio si sono recati per porre sotto sequestro 2 immobili riconducibili sala disponibilità del 49enne.

Pubblicità

Gli elementi di indagine raccolti dai carabinieri hanno consentito di ricostruire un corposo quadro sulla provenienza della ricchezza dell’uomo. I 60 mila euro che erano stati trovati insieme alla cocaina sono già stati posti sotto sequestro preventivo, in quanto probabile provento dell’attività di spaccio, con il fine della confisca. Gli accertamenti di natura patrimoniale effettuati dai carabinieri hanno consentito anche di individuare le due proprietà ed è risultata così evidente la sproporzionalità tra il patrimonio e i redditi dichiarati sia dal nucleo familiare dell’uomo sia della loro attività economica.

Pubblicità

In questi casi particolari la confisca dei beni è prevista per alcuni reati dall’articolo 240 bis del Codice Penale e fra questi c’è anche il traffico e lo spaccio di stupefacenti. Può essere applicata quando il condannato non può giustificare la provenienza legale dei beni. Questo particolare articolo di legge colpisce tutti i beni di cui condannato è proprietario o di cui ha la disponibilità a qualsiasi titolo, anche quando sono intestati ad altre persone o ad aziende. Il metro di misura è la dichiarazione dei redditi. Per il Comune di Canegrate è una fortuna. Nel momento in cui la confisca degli appartamenti sarà definitiva potrà chiederne l’uso per attività sociali.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.