AmbienteMagazineZampe di velluto

Vigili del Fuoco. Riccio salvato dalle acque del Naviglio Grande

Ieri mattina, il 30 maggio 2020, i vigili del fuoco hanno effettuato un salvataggio molto particolare. Una piccola femmina di riccio molto spaventata è stata salvata dopo essere caduta nel Naviglio Grande.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il riccio. Anzi, la riccetta

L’animaletto selvatico è stato avvistato all’altezza di piazza Negrelli, mentre annaspava nelle acque del canale milanese, tentando di rimanere a galla. Verso le 11 di ieri mattina alcuni passanti hanno dato l’allarme chiamando il 115, il centralino dei Vigili del Fuoco di via Messina, che risponde anche per il salvataggio degli animali. Si erano accorti che il riccio era in difficoltà. Pochi minuti dopo due mezzi dei Vigili del fuoco del distaccamento d via Darwin erano sul posto. Un gruppo di passanti ha assistito al salvataggio. Una volta fuori dall’ acqua il riccio è stato messo in una cesta e consegnato a volontari dell’ Empa che si sono occupati della liberazione nel suo ambiente.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

E’ uno degli effetti del lockdown. Gli animali selvatici che vivono in campagna e che generalmente si tengono lontani dalle zone troppo abitate, durante il periodo in cui siamo stati in casa si sono avvicinati alla città e ora che è primavera inoltrata, i cuccioli nati un paio di mesi fa stanno uscendo da tane e nidi e si trovano a stretto contatto con le persone che, a loro volta, cominciano a uscire di casa. La primavera ha sorpreso tutti, quest’anno.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.