Storia e Cultura

Pasqua, primavera, rondinini e speranza

Ossona – Mandare i messaggi di buona Pasqua ad amici e parenti quest’anno è stato difficile. Il pensiero correva ai cristiani morti, martiri innocenti dei terroristi islamici, in Sry lanka durante le funzioni di Pasqua. Però, poi, l’arrivo della primavera testimoniata da questo nido di rondini in via Baracca mi ha riportato la speranza.

Annunci

Non ho avuto il coraggio di postare uova e colombe su Fabebook, e sugli altri social. Lo Sry Lanka non mi sembra così lontano, visto che sappiamo che chi ha il pensiero del male, della morte e dell’arrecarci dolore è molto vicino. Sono cristiani. Sono morti durante la Pasqua. Leggere i giornali è stato come leggere le pagine dell’Apocalisse.

Annunci

la scala Rho b&b

Le forze del male scatenate sulla terra che uccidono gli innocenti nelle Chiese. Una sensazione che non mi ha permesso di scrivere Buona Pasqua.

Annunci

Poi come è successo altre volte, qualcosa di piccolo, di tenero, che inizia la sua vita, mi ha ridato il sorriso. Insieme è tornata la speranza e la voglia della primavera. Condivido con tutti i lettori di Co news il video dei rondinini appena nati che si trova in via Baracca, sotto ad un portone. Sono la preziosa testimonianza dell’arrivo della Primavera, della vita, della gioia che nasce dal cuore e della serenità. Sentimenti che sono la vera arma contro la cultura della morte che si spande dai cuori oscuri dei terroristi islamici.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.