Prima PaginaCronaca Lombardia

Catturata banda di rapinatori dell’Unicash

San Donato milanese. I carabinieri hanno catturato banda che ha compiuto una serie di rapine violente. Impressionante quella dello scorso 25 gennaio all’Unicash di via Walter Tobagi a Peschiera Borromeo.

Pubblicità

Avevano un covo in provincia di Lodi, a Sordio. Sono stati sorpresi questa mattina alle 5 dai carabinieri, a San Donato Milanese, mentre stavano prendendo la tangenziale per recarsi in Veneto. Dalle intercettazioni telefoniche i militari hanno compreso che stavano per compiere una ulteriore rapina violenta, in cui prevedevano anche di sparare alla loro vittima, ferendola alle gambe.

Pubblicità

Sono 3 uomini originari di Gela, ma residenti fra Melegnano e la provincia di Bergamo. I loro nomi Attardi, D’Angeli e Pollera. Tutti con profili criminali di rilievo.

Pubblicità

La rapina al supermercato Unicash

Nella rapina avvenuta lo scorso 25 gennaio all’Unicash avevano sparato al portavalori con un fucile a canne mozze. Quindi avevano rapinato le guardie giurate che stavano trasportando il denaro dalla cassa continua verso il furgone. Si erano impadroniti anche dell’arma di una delle guardie. Poi, per terrorizzare il conducente, avevano attaccato al finestrino un pacchetto con un cellulare, una finta bomba. L’uomo però aveva chiamato il 112 e, ingranando la marcia, si era velocemente allontanato.

I carabinieri che stavano arrivando sul posto con gli artificieri lo avevano invitato a lasciare immediatamente il furgone e ad allontanarsi. La tipologia della rapina esperienza dei carabinieri hanno permesso di individuare quasi subito i tre colpevoli che qualche giorno dopo avevano compiuto un’altra rapina con un taglierino a Casalpusterlengo. Due di loro sono stati riconosciuti dalle immagini delle telecamere anche in questa seconda occasione.

Pubblicità

Al momento dell’arresto i tre non erano armati, ma nel loro covo sono stati trovati 17mila euro in contanti e un vero arsenale di pistole e Taser.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.