Prima PaginaCorvettoMilanoMilano città metropolitana

Abbattuto l’ albero della legalità in piazza Ferrara. Sono stati i centri sociali

In zona Corvetto, precisamente in piazza Ferrara, la scorsa notte hanno vandalizzato l’albero della legalità che era stato allestito dal municipio 4 insieme all’associazione poliziotti. Ve lo lo avevamo presentato insieme a quello green. L’albero della Legalità era stato decorato con le fotografie degli eroi della lotta alla mafia e alla camorra.   Per tutto il periodo delle feste l’albero è stato tenuto sotto controllo, ma alla fine i vandali sono riusciti a trovare un momento per portare a termine quello che era il loro progetto.

Pubblicità

Sono però stati ripresei da della telecamere e i filmati sono stati consegnati alle forze dell’ordine dall’assessore Carmine Abagnale del municipio 2. Ne ha dato la notizia il presidente del Municipio, Paolo Guido Bassi, che ha aggiunto anche delle ben precise richieste al Comune di Milano. Infatti i colpevoli del vandalismo contro le foto di Falcone e Borsellino sono stati individuati. Non si tratta di Boss mafiosi, ma di alcuni frequentatori dei locali occupati abusivamente dagli aderenti ai centri sociali della zona. Gli stessi che creano molti dei problemi di sicurezza nella zona Corvetto.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Sono stati gli appartenenti ai centri Sociali

“Chi offende la memoria di Falcone, Borsellino e dei tanti, troppi, uomini e donne Uccisi da mafia e terrorismo, che persona è? Lo chiedo a voi, lo chiedo al sindaco Sala, al quale ho più volte rivolto un appello affinché condanni e chieda lo sgombero delle occupazioni abusive dei cosiddetti centri sociali”.,ha detto Bassi.

Pubblicità

Poi ha aggiunto: “Non serviva ciò, ma è un’ulteriore riprova: è tempo che qualcuno inizi a prendere in considerazione che quanto il Municipio 4 ha più volte segnalato, chiesto, esortato non era campato in aria.
Comunque, possono pure colpire ‘l’oggetto’, ma non scalfiscono l’idea. Se a qualcuno dà fastdio che in una piazza ‘difficile’ come questa vengano messi dei simboli di Legalità, si metta il cuore in pace. Continueremo a farlo”.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.