Via Lorenteggio. Rallentate le auto che inseguono l’autobus

E’ cambiata la viabilità in via Lorenteggio per il procedere del cantiere della nuova M4. Il problema sono le automobili che inseguono l’ autobus della linea 50. Dal consiglio del Municipio 6 chiedono di aumentare la sicurezza dei nuovi passaggi con un limite di velocità a 30km all’ora controllandolo con le telecamere.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Il cantiere dei lavori per la nuova metropolitana fino a pochi giorni fa obbligava a svoltare in via Vespri Siciliani, e i pedoni dovevano percorrere uno stretto passaggio fra le case e il muro del cantiere che era stato prontamente battezzato “il tunnel del pirata”. Dal nome non è difficile capire che i pedoni non fossero del tutto tranquilli nell’infilarcisi. Ora il tunnel del pirata è stato tolto, e automobili e l’autobus della linea 50 passano nuovamente in via Lorenteggio. I pedoni hanno tirato un sospiro di sollievo, che non è durato a lungo.

Pubblicità

Una scarica di adrenalina… dietro l’autobus

Il nuovo passaggio, infatti, quello che va verso il centro città, è largo giusto qualche decina di centimetri in più dell’autobus. Nel tratto fra la via Vignoli e la via Tolstoj ci passa quasi al pelo. In quel punto il marciapiede si restringe. 2 persone che camminano in senso inverso fanno fatica a passare, ed è praticamente impossibile evitare di scendere dal marciapiedi se si incrocia un disabile in carrozzina o una mamma con il passeggino. Bisogna fare molta attenzione, concedere delle precedenze, e attendere che il cantiere finisca. Gli autisti dell’Atm sono davvero bravi e manovrano i mezzi con un controllo perfetto. Una bravura che permette loro di sostenere un cicin la velocità per mantenere la puntualità alle fermate.

Il problema sono però gli automobilisti che inseguono l’autobus alla sua stessa velocità ma con meno sicurezza e con la visibilità ridotta. Il consigliere Carlo Goldoni (Lega nord) lo ha fatto notare, e ha chiesto dei provvedimenti: “oltre al limite di 30 Km/ora, andrebbero installati dei dissuasori e delle telecamere che rendano effettiva la velocità dei veicoli che sfrecciano nel cunicolo” ha detto a Co Notizie News Zoom dopo aver fatto la stessa richiesta al consiglio del municipio.

Pubblicità
Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui