Prima PaginaMilano

Preso il palpeggiatore dell’alzaia del Naviglio pavese

In via Emilio Gola, sull’alzaia del Naviglio pavese, è bello fare delle passeggiate ed è molto frequentato da mamme e da pensionate. Forse per questo un maniaco, italiano, ora arrestato per violenza sessuale, ha pensato che fosse il posto giusto per fare una incursione di palpeggiamenti.

Pubblicità

La prima donna che ha chiamato i carabinieri denunciando di essere stata palpeggiata da un uomo è anche quella che ne ha permesso l’arresto.  All’arrivo dei carabinieri sono state circa una decina le donne che hanno riferito di essere state palpeggiate dall’uomo, fra queste una 48 enne, una 78enne e una 67enne.  La descrizione che ne hanno fatto ha permesso di individuarlo  velocemente, permettendone l’arresto e probabilmente anche di sottoporlo a delle cure specifiche. Era infatti ancora sull’alzaia pavese a caccia di vittime.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.