Prima PaginaDuomoMilanoMilano città metropolitana

Drone a Milano sul Duomo. Sequestrato mentre svolazzava

Ieri notte, poco dopo le 22, una pattuglia della polizia locale di Milano che stava effettuando dei giri di controllo, ha notato in piazza del Duomo, un drone che svolazzava proprio vicino alla cattedrale. Gli uomini del nucleo antiabusivismo della polizia locale lo hanno così seguito fino a che non sorpreso un cittadino brasiliano di 38 anni che lo stava guidando da terra con un telecomando.

Pubblicità

Al controllo dei documenti e alla richiesta di esibire le autorizzazioni per il volo del drone, l’uomo ha dichiarato di essere un giornalista. Può anche essere vero, ma per far volare i droni servono patentini e autorizzazioni, sia sull’uso e la fotografia sia per il volo. L’umo è stato quindi denunciato a piede libero per violazione del Codice di Navigazione ENAC e l’attrezzatura, telecomando e drone, è stata sequestrata.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Per la polizia locale è il terzo sequestro di droni dall’inizio dell’estate

Non è una questione di poco conto. I droni possono rappresentare davvero un grosso pericolo se guidati da mani poco esperte e per questo motivo per utilizzarli è necessario un patentino, rilasciato da Enac, l’ ente nazionale aviazione civile. inoltre, per utilizzarli in luoghi pubblici e nelle vicinanze dei monumenti sono necessari anche delle autorizzazione del Comune e una lunga serie di cartelli di avviso visibili anche al buio. Insomma, è necessario far sapere all’autorità cosa si vuol fare, per non ledere i diritti di nessuno e anche, nel caso più estremo, non essere scambiati per terroristi.

Pubblicità

Sull’episodio è intervenuto il comandate della polizia locale Marco Ciacci ; “Ricordiamo  che nonostante la grande attrattiva che questo strumento sta riscuotendo e i diversi modelli presenti in vendita sul mercato, i droni non sono solo giocattoli e per utilizzarli servono delle specifiche autorizzazioni”.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.