Prima PaginaMilanoMilano città metropolitana

Terrorismo. Altri attacchi. Aumentate le misure di sicurezza a Milano

Sin da questa mattina sono state aumentate le misure di sicurezza antiterrorismo a Milano. L’amministrazione comunale ha comunicato di aver predisposto l’analisi di alcune zone della città per valutare, di concerto con Prefettura e Questura, il rafforzamento di misure precauzionali.

Pubblicità

Le pattuglie della Polizia locale hanno eseguito diversi sopralluoghi nelle zone della movida e del centro cittadino. Domani si riunirà il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza e saranno stabilite le zone in cui intervenire. Al Comitato parteciperà, insieme al comandante della polizia locale Paolo Ghirardi, anche il Vicesindaco Anna Scavuzzo.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Altri due attentati. In Germania e in Finlandia

Intanto è di questi momenti la notizia di due altri attentati. Il primo oggi intorno a Turku, in Finlandia, quando un uomo ha accoltellato diverse persone tra la folla, fra cui una donna che aveva il suo bambino nella carrozzina, gridando Allah Akbar. L’attentato ha causato un morto e almeno 7 feriti. Dopo qualche ora è arrivata la notizia che a Wuppertal, in Germania, nel NordReno-Westfalia intorno alle 14.45 poco lontano dalla stazione principale un uomo ne ha ucciso a coltellate un 31 enne e ferito gravemente un 25 enne. In questo caso non è ancora chiaro se si tratta di terrorismo islamico ma, data la situazione, non è ancora stato escluso.

Pubblicità

Il sindaco Sala ha scritto al sindaco di Barcellona, Ada Calau

Beppe sala ha inviato un messaggio al sindaco di Barcellona, Ada Calau,  per esprimere la sua solidarietà e vicinanza per il terribile episodio di terrorismo islamico. “Cara Ada, Ti scrivo con profonda tristezza per esprimerti le mie più sentite condoglianze per il terribile attacco che ieri ha colpito Barcellona. I miei pensieri vanno a coloro che hanno perso la vita o sono rimasti gravemente feriti per un attacco crudele e codardo. L’Europa e tutti i nostri cittadini stanno soffrendo molto a causa del terrorismo.

Continuo a credere che dobbiamo restare uniti per combattere insieme le minacce del terrorismo e dell’estremismo. Il desiderio di sicurezza e pace rimane saldo nei nostri cuori e nelle nostre menti. La speranza deve essere più forte dell’odio e della paura. Ti esprimo la solidarietà mia e di tutti i milanesi. Milano si unisce oggi simbolicamente al minuto di silenzio che ricorderà le vittime di Barcellona”.

Pubblicità

Viviana Beccalossi: “Non una parola sulle moschee abusive”

Viviana Beccalossi, assessore regionale al territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana, ha lanciato un appello in seguito all’attentato a Barcellona di ieri e a quelli di Finlandia e Germania oggi. “Non bastano più le frasi di circostanza. I rappresentanti delle comunità islamiche e i sindaci che finora non lo hanno fatto, devono collaborare senza se e senza ma con le istituzioni e le forze dell’ordine, togliendo ogni minimo dubbio su moschee clandestine, imam più o meno ufficiosi che potrebbero predicare odio e segnalando chiunque passi da quei luoghi destando anche il minimo sospetto”.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.