MagazineOssonaPrima Pagina

Come trovare le stelle cadenti nella notte di san Lorenzo

Tra la notte di San Lorenzo, il 10 agosto e la notte fra il 12 e il 13 di agosto il cielo di tutta la terra si riempirà di stelle cadenti. Cosa cercare nel cielo? La possibilità di osservare un fenomeno naturale interessantissimo come la caduta di meteoriti di grosse dimensioni sulla terra oppure la possibilità di affidare la realizzazione di un desiderio particolarmente difficile da ottenere ad una stella cadente? Cosa scegliere? Romanticismo o stupore scientifico? Cominciamo con il trovare le stelle cadenti.

Pubblicità

Come trovare le stelle cadenti nella notte di san LorenzoLa terra incrocia la rotta della cometa  Swift-Tuttle, di cui le stelle cadenti sono i residui rocciosi, ogni anno tra il 20 luglio e il 20 agosto ma attraversa il punto più ricco di meteoriti il 12 di agosto. Ai tempi di Giovanni Pascoli, quando scrisse la poesia “10 agosto”, il momento di maggior ricchezza di stelle cadenti arrivava un paio di giorni prima, ma il conteggio dei giorni, si sa, è una convenzione umana. Le Perseidi non si spostano dal loro posto fino a che non arriva la Terra che disturba il loro sonno con la sua gravità, attirandole verso di sè. Come tutti i meteoriti, quando vengono in contatto con l’atmosfera terrestre, iniziano a cadere, si surriscaldano e si incendiano, fino a consumarsi e sbriciolarsi prima di arrivare al suolo. Quasi sempre, perlomeno. Qualche volta, raramente, quelli più grandi possono arrivare sulla terra in pezzi abbastanza grandi da essere scambiati per una pietra.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Tranquilli! Nessun meteorite arriverà a terra

La probabilità che un meteorite riesca a cadere e a fare danni, colpendo qualcosa, è però molto bassa. La tecnologia, che si spera funzioni, permette di identificare questo genere di pericoli e di intervenire. La cometa Swift – Tuttle incrocia l’orbita della terra una volta ogni 134 anni, lasciando una nuova scia di meteoriti. L’ultimo passaggio è stato nel 1992. Si suppone che, nel momento migliore, si potrà assistere alla caduta anche di un centinaio di stelle cadenti all’ora. Tutte con le loro scie luminose. Per osservarle ci vuole un cielo molto limpido senza nuvole, e una zona senza luci artificiali. L’ideale è la cima di una montagna, o l’orizzonte del mare, osservato da una certa altezza. Il momento giusto per esprimere dei desideri è la notte fra il 12 e il 13 di agosto. Non, quindi, la notte di San Lorenzo. (Fonte foto: www.nasa.gov)

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.