OssonaMilano città metropolitana

Guardate cosa succede se si porta una ruspa a Ossona (video)

Ossona – Sono ricominciati i lavori al nuovo cantiere delle fogne, in via Padre Giuliani. Gli scavi non sono ancora iniziati. Si stanno facendo delle esplorazioni per controllare che i tubi dei sottoservizi (acqua, luce, gas e telefono) si trovino davvero nella posizione comunicata dall’ufficio tecnico del Comune di Ossona. La segnaletica stradale e la viabilità del nuovo cantiere è stata posata, ma la ruspa crea un problemino (video su youtube).

Pubblicità

Dopo che ieri si davano i lavori del nuovo cantiere delle fogne per già sospesi, questa mattina gli abitanti della via padre Giuliani si sono svegliati con il rumore della ruspa che scavava il terreno. Abbiamo chiesto al responsabile dei lavori se saranno rispettate le tre settimane definite per completare la sostituzione del tubo della fogna, ma ha messo le mani avanti. “Saranno rispettate se non ci saranno dei problemi” ha detto.

Pubblicità

In effetti qualche problemino pare esserci se hanno dovuto modificare il progetto in base a quanto hanno realmente trovato sotto l’asfalto. Comunque, per il momento pare si tratti esclusivamente del fatto che i disegni e i progetti che si trovavano in Comune non corrispondano davvero a quello che si trova sotto terra.
La via padre Giuliani è molto vicina al centro del paese e gli ultimi lavori fatti risalgono a parecchi anni fa e, quindi, probabilmente ci si aspettava che non tutto fosse esattamente come avrebbe dovuto. Facciamoli lavorare e facciamo il tifo perchè riescano a finire presto.

Pubblicità

La segnaletica

Non possiamo dire la stessa cosa, invece, per la segnaletica della viabilità. Ieri avevamo già accennato alla questione parlando della strada chiusa senza alternative. La segnaletica è fantasmagorica, ectoplasmatica. Anzi, è proprio fantasma, non c’è: non sono indicate le deviazioni, non sono indicate le chiusure e non è indicato il cantiere.
Eppure, in tutti gli appalti che si rispettino, c’è un responsabile della sicurezza che si prende una bella fetta dei fondi destinati al progetto stesso.

Avrà fatto un progetto per la viabilità e la sicurezza durante il cantiere? E chi dovrebbe metterlo in atto?
Chi doveva controllare che i cartelli di deviazione e quelli del cantiere fossero posati prima dell’inizio del cantiere?
Chi doveva accorgersi dell’autobus della Movibus?
Domande che hanno una risposta che non darò io. Vi lascio godere il piccolo filmato che ho girato questa mattina in via padre Giuliani.
Attenti, contiene immagini forti con delle Ruspe che, purtroppo, non sono usate nel modo auspicabile.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.