Prima PaginaOssona

Andreas Lubitz: non e’ terrorismo islamico pero’ su Facebook si inneggia…

Andreas Lubitz: non e' terrorismo islamico pero' su Facebook si inneggia...

La notizia è arrivata da Jonny Crosio, senatore della Lega Nord, che ha chiesto alla polizia postale di chiudere immediatamente una pagina Facebook che inneggiava ad Andreas Lubitz, il pilota dell’airbus precipitato in Germania, definendolo eroe dello stato islamico e di identificare chi l’ha aperta.

Pubblicità

“In un momento di profondo cordoglio per  l’orrore dello schianto dell’airbus della Germanwings vedere gente che specula sulle pagine Facebook è tremendo.  Qualcuno ha creato una pagina ‘Sostegno ad Andreas Lubitz eroe dello stato islamico’: chiediamo alla polizia postale che sia  subito rimossa e che gli autori siano perseguiti.”

Da quanto si è appurato ed è stato reso noto, il pilota Andreas Lubitz, di 28 anni, si sarebbe volontariamente suicidato portando con sè tutti i passeggeri dell’aereo, ma il suo non sembra un atto determinato dal terrorismo islamico.

Pubblicità

Un tedesco e non un mussulmano

Il pilota non sembra essere mussulmano ed era originario di Montabaur cittadina dello Stato tedesco del Rhineland-Palatinate. Un tedesco, quindi, e, da quel che si sa al momento, non era mussulmano. La sua pagina Facebook è pulita e senza nessun eccesso, qualche fotografia di posti che ha visitato e commenti degli amici per il capodanno degli ultimi anni. Lubitz aveva iniziato il servizio come pilota per Lufthansa nel 2013, superando tutti gli esami attitudinali. Unico neo su cui invece sembra si  potranno concentrare le indagini è un periodo lungo in cui il pilota aveva sospeso i corsi di addestramento, per poi completarli in seguito. Al suo attivo aveva 630 ore di volo. Il comandante dell’aereo, che era stato chiuso fuori dalla cabina, aveva al suo attivo più di 6mila ore di volo.

Pubblicità

La pagina Facebook che inneggia al suicidio islamico è stata immediatamente rimossa da Facebook e sono già iniziate le indagini per verificare chi può aver avuto la malsana idea di aprirla. (Fonte: Ansa.it)

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.