PoliticaPrima Pagina

Regione Lombardia: a Corbetta si pretende lo statuto speciale

Regione Lombardia: a Corbetta si pretende lo statuto specialeDurante la seduta dello scorso consiglio comunale  di Corbetta (Mi) è stata approvata la mozione presentata dal gruppo consigliare della Lega Nord di Corbetta e firmata dai consiglieri comunali Riccardo Grittini e Lucio Crusco, che obbliga sindaco e giunta a sostenere con ogni mezzo e strumento istituzionale la richiesta di referendum consultivo per chiedere che la Lombardia diventi una Regione a Statuto speciale come lo sono Friuli, Sardegna, Sicilia, valle d’Aosta e Trentino.

Pubblicità

“Il referendum è l’unico mezzo a disposizione del popolo per potersi esprimere e l’autonomia non è ne di destra ne di sinistra ma è una questione di buon senso. Chi ha votato contro a questa mozione dovrà assumersi la responsabilità davanti ai propri elettori in quanto non ha tutelato gli interessi dei cittadini lombardi. Con l’autonomia della Lombardia  ripartirebbe l’economia lombarda e di conseguenza tutto il Paese” hanno detto i due leghisti commentando l’approvazione della mozione.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Pubblicità

In effetti, tutte l regioni a Statuto speciale trattengono le loro tasse e ne versino allo stato italiano solo una parte, con la grande facilitazione di poter calibrare le tasse richieste solo sul fabbisogno dei propri cittadini. Non dovendo sostenere i costi del malfunzionamento delle altre regioni e città, e lo scandalo di Roma capitale nè è solo l’ultimo scandaloso esempio, con lo statuto speciale la Regione Lombardia potrebbe riprendere a produrre e a costruire ricchezza e lavoro con beneficio di tutti.

La speranza dei leghisti è che anche negli altri Comuni, specialmente dove la lega nord è in maggioranza, vinca la responsabilità e si segua l’esempio del Consiglio comunale di Corbetta con l’approvazione della mozione a sostegno dello Statuto Speciale.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.