Matteo Salvini contro il terrorismo islamico in Lombardia e Veneto

Matteo Salvini, il segretario della lega nord ha annunciato su Facebook una manifestazione generale per sabato 18 ottobre a Milano

Pubblicità

Matteo Salvini contro il terrorismo islamico in Lombardia e VenetoI leghisti manifesteranno per ottenere la reintroduzione del reato di clandestinità, per contrastare e per protestare contro l’invasione causata da Mare Nostrum, che ora si chiamerà Frontex plus, contro la la possibilità di costruire altre moschee e centri islamici in lombardia, soprattutto a Milano, dove il sindaco Giuliano Pisapia ha già aperto un bando per aprire 4 nuovi centri islamici in città. In Lombardia e in Veneto, in questi giorni sono state scoperte delle cellule di terrorismo islamico che si occupavano di fare proseliti e convertire per lo più immigrati di seconda generazione, per portarli poi  a combattere la guerra islamica  contro Assad in Siria  e in Iraq.  Le zone dove operavano i reclutatori di terroristi islamici  erano Paderno Dugnano, alle porte di Milano, Brescia, la zona di Belluno in Veneto e in altre provincie del nord. Insomma pare che i reclutatori di terroristi islamici preferiscano la Padania, come terreno per coltivare i nuovi combattenti per l’islam.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

In Lombardia la scelta è dei cittadini

Matteo Salvini ha anche annunciato che in regione Lombardia a settembre sarà proposta una legge per cui ogni volta che vi sarà la richiesta di aprire un centro islamico debba obbligatoriamente esserci un referendum fra i cittadini residenti nel Comune, prima di concedere l’autorizzazione. Se i cittadini diranno che non vogliono il centro islamico, l’autorizzazione dovrà essere negata. Nell’ultima settimana, il ministero dell’ interno aveva lanciato un’allerta terrorismo in Veneto e in Lombardia proprio sui centri islamici e sulle persone già conosciute e considerate vicine al fondamentalismo islamico, con una circolare che invitava le prefetture alla massima attenzione e chiedeva di innalzare il livello di sorveglianza di tutti i possibili obiettivi sensibili. Ciononostante, l’operazione Mare Nostrum, ora Frontex plus, continua a portare nel nostro paese persone di cui non si conoscono nè identità nè scopi.Matteo Salvini, invece, conclude il suo messaggio su Facebook con la frase. ” E la moschea, al massimo, se la farà a casa sua Pisapia”

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui