MagentaOssonaPrima Pagina

Incendio all’ospedale di Magenta

 

 incendio all'ospedale di Magenta
ospedale di Magenta

Alle 19 circa di domenica 28 luglio un incendio è divampato all’ospedale di Magenta, in provincia di Milano.

Pubblicità

Le dimensioni dell’incidente sono tali che ‘evacuazione dell’ospedale Fornaroli è iniziata immediatamente.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Dalle prime notizie si è saputo che le fiamme che hanno invaso l’edificio sarebbero iniziate  in uno dei montacarichi che si trovava fra il settimo e l’ottavo piano.  Da lì si sarebbero sparse insieme al fumo al punto che gli operatori del 118, intervenuti immediatamente sul posto, hanno disposto l’immediata evacuazione della struttura.

Pubblicità

Alle diciannove della sera della domenica quasi tutti i reparti dell’ospedale di Magenta sono sono aperti ai visitatori e ai parenti dei ricoverati e gli ascensori che portano ai piani più alti sono spesso pieni di persone al punto da essere considerato un orario di punta. Quindi l’operazione di evacuazione non si presentava certamente semplice.

L’evacuazione è iniziata dai reparti in cui sono ricoverati i pazienti considerati  più a rischio, secondo le tabelle del piano antincendio, cioè quelli dove sono ricoverati i bambini. Così i reparti di di neonatologia, pediatria, ostetricia e ginecologia sono stati velocemente svuotati, mentre i vigili del fuoco domavano le fiamme, e i bambini con le loro mamme portati nel pronto soccorso, al piano terreno, pronti ad essere trasferiti in altri ospedali.

Pubblicità

Fortunatamente il fuoco non ha fatto in tempo a propagarsi e non è stato necessario trasferire d’urgenza i ricoverati. Prima della fine dell’incendio solo 4 reparti erano stati evacuati completamente.

Alcuni elicotteri dell’elisoccorso che si erano immediatamente alzati in volo per essere pronti ad ogni evenienza stanno ora rientrano alla base sopo aver sorvolato i nostri paesi.

I carabinieri e gli altri esperti stanno ora indagando per capire quali possano essere state le cause dell’incendio sul montacarichi. Infatti non si sa ancora se è stato dovuto ad un cortocircuito o a del materiale che ha preso fuoco. L’origine dolosa, infatti, non è stata ancora esclusa.

 

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.